RECENSIONE A MAX PENNA e SAGA EDITORE

#SpecialeAnteprima #LeggiamoItaliano #SkyeConsiglia #NuovaUscita #SosteniamoINostriAutori #CoverReaveled #2022 #Settembre #LIsolaDiSkye #ItalianDoItBetter #IoLeggoItaliano #Recensione

L’Isola di Skye ritorna per un altro anno di anteprime di libri per farvi conoscere nuovi autori di talento e le loro nuove uscite. Scrittrici e scrittori italiani auto-pubblicati o di speciali Case Editrici con cui siamo felici di collaborare. Tutto e sempre solo per i lettori amanti della buona lettura di qualsiasi genere: qui sul blog, ma anche su Facebook e Instagram. Adesso non ti resta quindi che seguirmi per tenerti sempre informato sulle ultime uscite e scoprire con me la tua prossima lettura.

In questo post tocca a me parlarvi di un libro che ho letto per incredibile curiosità verso la penna dell’autore e sicura dell’abilità di scelta della CE.

LA COSPIRAZIONE DEGLI INVOLUTI

di

MAX PENNA

Titolo: La cospirazione degli Involuti

Autore: Max Penna

Case Editrice: Saga Editore

Genere: distopico, fantascientifica, futuristico

Data di pubblicazione: Dicembre 2021

COMPRALO QUI

***

COSA NE PENSO?

Se dovessi riassumere questo libro in una parola sarebbe: EVOLUZIONE

Quella che segue, ci tengo a ripeterlo ogni volta, è sempre e solo la mia opinione. Io leggo i libri che malauguratamente per voi capitano nella mia casella di posta e ci provo a raccontarvi quello che mi hanno trasmesso senza spoilerare troppo le parti salienti; perché continuo ad essere dell’idea che la migliore occasione per avere un’opinione su un libro è leggerlo!

In realtà questo libro l’ho proprio preso con intenzione, per una volta, andando proprio a importunare l’autore per farmene tenere una copia da parte prima che finisse del tutto.

Dunque, parliamo di questo libro che NON E’ UN TRATTATO SULLE COSPIRAZIONI, anche se dal titolo un lettore potrebbe pensare si tratti di questo, ma è un intenso e studiatissimo romanzo che vi farà ragionare molto una volta finito.

Partiamo dalla cover che a me piace tantissimo, perché sembra un romanzo futuristico, moderno, pieno di cose tecnologiche fantasiose… poi leggi dietro e scopri che è ambientato nel 1812; questa data e quelle presenti all’interno della storia sono importanti anche se quando compare la prima non se ne ha la piena consapevolezza, ma la si ha qualche pagina dopo quando il protagonista inizia a interfacciarsi con il resto dei personaggi.

Ovviamente l’ambientazione è italianissima, anzi vi dirò di più è totalmente ambientato a Siracusa. Tranne che per un piccolo viaggetto di Michele, la storia è quasi del tutto ambientata nell’appartamento del ragazzo e nell’Università. Naturalmente cambia E DI MOLTO il tempo in cui è ambientata tutta la vicenda, partendo dai giorni nostri, anzi dal 2012 (anno in cui suppongo sia stato scritto il libro) e il 1812 anno in cui Michele si ritrova dopo un fortuito viaggio nel tempo.

L’argomento accattivante di questa storia infatti è proprio il viaggio di Michele indietro di cento anno, che parte grazie a un caso, ma che lo catapulterà in un Mondo che nessuno si aspetterebbe e che scombinerà la visione della storia del ragazzo. Qui conoscerà tre persone fondamentali: il suo bisnonno Giovanni, la sua bisnonna Marta e una ragazza Marica.

Grazie a loro Michele scoprirà molte abilità che non credeva di possedere e alla fine potrà persino tornare a casa nel 2012, ma di fatto il suo ritorno sarà solo un tassello di quella che è LA COSPIRAZIONE DEGLI INVOLUTI.

Perché l’autore Max sceglie proprio la parola involuti?

Questa è una spiegazione fondamentale all’interno della storia che dividerà coloro che riescono a superare le barriere materiali della materia fisica da coloro che non ci riescono da qui la divisione tra Evoluti e Involuti. Quasi una classicizzazione della società che sarà la base di una rivolta.

Come sempre accade.

Oltre a ciò Max sfrutta una storia semplice come quella di un accidentale viaggio nel tempo per spiegarci concetti molto importanti di politica, economia e sociologia, oltre a farci intendere le basi di un modo di pensare e di approcciarsi al Mondo che prima di tutto si basa sul rispetto della Natura e sul non intaccare in modo violento ciò che ci circonda. Max mette tra le righe molto di quello che suppongo sia il suo pensiero in primis, ma lo fa con abilità e maestria tale da diluire concetti molto impegnativi in poche pagine.

Ahimè, questo a mio parere porta a un rallentamento della storia iniziale per permettere sì al protagonista -e a noi- di imparare concetti e aspetti che ignorava con un paio di capitoli molto studenteschi – dove appunto Michele assiste a lezioni universitarie di economia e sociologia- a scapito di chi non frequentando – o avendo frequentato- ambienti universitari potrebbe trovare faticoso. Per fortuna poi ci sono le lezioni di Evoluzione Basica che cambiano tutto e ci fanno ritornare nel passato futuristico idilliaco in cui vorrei vivere anche io.

Una trama semplice ma intrecciata a eventi impegnativi e avvenimenti storici, personaggi evoluti e sfaccettati, ambientazioni vecchie e future, Max mette tutto in questo romanzo e lo mescolo molto bene per portarci fino a una conclusione inaspettata e molto sorprendente, che non vi farà pentire per nulla di aver dato un’occasione a Max Penna e a “La cospirazione degli Involuti”.

Insomma se cercate una storia distopica ma allo stesso tempo storice, che non sia scontata fin da subito, se cercate una storia ambientata in Italia, perché per una volta volete perdervi tra le strade di Siracusa ma visitare una città sconosciuta, se una storia può avere varie sfumature di genere, come la storia romantica, quella scientifica e anche un pizzico di storia e rivoluzione, se volete leggere un romanzo con uno stile moderno anche se parla di passato e di un tempo che abbiamo dimenticato, se leggendo non vi dispiace imparare anche un po’ di economia, sociologia e matematica, se siete legati a storie che coinvolgono varie generazioni, rapporti personali e personaggi che crescono e sopravvivono “LA COSPIRAZIONE DEGL IINVOLUTI” dovrebbe proprio essere la vostra prossima lettura.

Ovviamente vi ricordo che il romanzo è già in vendita sul sito della Sagà Editore, che quindi vi stra-consiglio di seguire, dopo che avrete cercato e seguito MAX PENNA su tutti i social.

Per questa volta vi saluto e attendo i vostri commenti.

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.