Crea sito

Intervista speciale a Simon Sword

13082552_271312056539662_4217017404548982004_n

Benvenuti e BENTORNATI visitatori de “L’isola di Skye” in questa occasione speciale di MERCOLEDI. Sebbene sia una delle nostre solite interviste del venerdì, questa ve la proponiamo oggi in via eccezionale per una causa buona e amorevole. #IntervistaSpeciale ASimonSword

Oggi quindi conosciamo un nuovo amico che ha a cuore qualcosa di molto importante. Noi siamo davvero contentissimi che abbia accettato di parlarcene e sosteniamo Simon con tutto il cuore. Ma iniziamo a scoprire chi è Simon e il suo libro.

Iniziamo dalle domande di rito…

– Chi sei? SICURAMENTE UN SOGNATORE.

– La tua paura più grande in questo momento qual è? DELUDERE I MIEI LETTORI.

– Descrivi te stesso attraverso:

un colore: AZZURRO

un profumo: BREZZA MARINA

un fiore: ROSE

un animale: IL MIO CANE

un luogo: QUALSIASI, PURCHE’ SIA IN MEZZO ALLA NATURA

un libro: “LE AVVENTURE DI TOM SAWYER” DI MARK TWAIN

una canzone: “Always On My Mind” DI ELVIS PRESLEY

– Ti è mai capitato di attraversare un periodo in cui ti sentivi smarrito? NO.

– La tua vita reale, il tuo lavoro, i tuoi passatemi e la tua famiglia come influiscono sulla tua scrittura? QUANDO SCRIVO MI ISOLO DA CIO’ CHE E’ LA QUOTIDIANITA’. LA REALTA’ DI TUTTI I GIORNI LIMITA LA FANTASIA.

– Chi ti sta intorno conosce questo tuo lato? NON TUTTI. Come si approcciano con il te scrittore? COME SEMPRE, NON NOTO DIFFERENZE.

– Se potessi parlare con il te stessa del passato, quanto indietro andresti e cosa le diresti? TORNEREI NEL 1989 E GLI DIREI CHE I BACI, ALLE AMICHETTE DEL CUORE, SI DANNO SULLE LABBRA E NON SULLE GUANCE.

– Spesso nella scrittura c’è un’impronta che ci distingue dalla “massa”. Nella tua quale pensi sia? IO VIVO DENTRO I MIEI LIBRI, QUANDO SCRIVO SONO AL FIANCO DEI PROTAGONISTI.

– Quello che hai scritto fino a oggi, ha un filo conduttore? CERTAMENTE. Cosa accomuna tutte le tue opere? QUALSIASI LIBRO DEVE POTER TRASMETTERE UN MESSAGGIO, IO MI RIVOLGO AD UN PUBBLICO DI BAMBINI E DI RAGAZZI, DI CONSEGUENZA SIA I TEMI TRATTATI SIA I MESSAGGI TRASMESSI SPERO VENGANO COLTI COME POSITIVI ED EDUCATIVI.

– Dopo aver pubblicato”Il mio amico Alfred”, che progetti hai? ATTUALMENTE STO LAVORANDO ALLA STESURA DI ALTRI 15 LIBRI. [QUANTI??]

– Sei un lettore? NON LEGGO MOLTO, IL TEMPO LIBERO LO DEDICO APPUNTO ALLA SCRITTURA Quali generi prediligi? HO DUE SOLI PUNTI DI RIFERIMENTO MARK TWAIN E JACK LONDON.

– C’è un libro che rileggeresti mille volte? LE AVVENTURE DI TOM SAWYER.

– Ti viene chiesto di incoraggiare un autore a diventare self… cosa gli diresti? VIVERE UNA VITA CON DEI RIMPIANTI E’ SICURAMENTE PEGGIO CHE AVERCI PROVATO.

– Un argomento spinoso attuale è l’uso di uno pseudonimo per pubblicare un genere diverso. Tu lo faresti? SIMON SWORD E’ LA TRADUZIONE LETTERALE DEL MIO NOME E COGNOME IN INGLESE (SIMONE SPADA), IL MIO E’ UN OMAGGIO INDIRETTO AL PIU’ GRANDE ILLUSTRATORE DI LIBRI PER L’INFANZIA, TONY WOLF, IL CUI VERO NOME E’ ANTONIO LUPATELLI. UTILIZZARE UNO PSEUDONIMO CREDO DEBBA AVERE UN SENSO O UN SIGNIFICATO, ALTRIMENTI SI TRATTA SOLO DI UNA MODA FINE A SE STESSA.

– Hai trovato la leggendaria Lampada Magica. Quali sono i tuoi tre desideri? IN QUESTO MOMENTO, PER RISOLVERE I PIU’ GRANDI PROBLEMI CHE AFFLIGGONO L’UMANITA’ OCCORREREBBERO UN MILIONE DI DESIDERI DA ESAUDIRE.

– Che rapporto hai con gli animali? MOLTO SPESSO PREFERISCO LORO AGLI ESSERI UMANI.

Adesso parliamo un po’ del tuo libro…

Titolo: IL MIO AMICO ALFRED

Genere: LIBRO ILLUSTRATO PER BAMBINI 5-10 ANNI

Pagine: 35

Formato: KINDLE

Dove lo si può acquistare (links): https://www.amazon.it/mio-amico-Alfred-Simon-Sword-ebook/dp/B01LYPYJSN/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1475677414&sr=8-1&keywords=IL+MIO+AMICO+ALFRED

– Dicci in non più di dieci righe di cosa parla.

Alfred è un simpatico orsetto che vive con la sua famiglia nel piccolo villaggio di Orsino. A causa di una rara malattia, fin dalla nascita è costretto a muoversi solo grazie a una stampella. Il trasferimento nella caotica città di Orsilandia metterà nuovamente alla prova il nostro eroe! Saprà farsi accettare dai suoi nuovi amici? Saprà dimostrare al prossimo che la sua disabilità non lo rende affatto diverso dagli altri orsi? e soprattutto… saprà far capire anche agli orsetti più cocciuti, che la disabilità deve unire e non dividere? lo scoprirete presto…

– Com’è nata l’idea che ha dato vita a “il mio amico Alfred”? VOLEVO AFFRONTARE IL TEMA DELLA DISABILITA’ INFANTILE IN MANIERA DEL TUTTO NUOVA, CON LA SPERANZA CHE TUTTO CIO’ POSSA SERVIRE A SENSIBILIZZARE SOPRATTUTTO GLI ADULTI, NEI CONFRONTI DI UN TEMA ANCORA OGGI MOLTO SPESSO SOTTOVALUTATO.

– Com’è nato il titolo? ISTINTIVAMENTE.

– Perché la gente dovrebbe leggere il tuo libro e, come pensi che questa storia possa cambiare il mondo e le persone? “Il mio amico Alfred” E’ NATO CON L’INTENTO DI TRASMETTERE UN FORTE MESSAGGIO. “LA DISABILITA’ DEVE UNIRE E NON DIVIDERE” SE SI CRESCE TENENDO A MENTE QUESTO CONCETTO, UN GIORNO FORSE IL MONDO SARA’ UN LUOGO MIGLIORE DOVE POTER VIVERE.

– È il tuo libro di esordio o hai già pubblicato qualcos’altro? (se non è il primo dicci quali sono gli altri) E’ IL PRIMO LIBRO CHE PUBBLICO.

– Il personaggio principale di 2il mio amico Alfed” è ? È un essere umano o una creatura fantastica? Descrivicelo con 3 aggettivi. CREARE MONDI SURREALI ABITATI DA CREATURE ALTRETTANTO FANTASTICHE, AIUTA I LETTORI A PERCEPIRE MEGLIO DETERMINATI CONCETTI. ALFRED E’ UN ORSETTO, TENACE, FORTE E GENEROSO.

 

– Quale sarebbe la prima cosa che ti direbbe se vi incontraste faccia a faccia? PROBABILMENTE MI DIREBBE “CIAO SIMON DOVRESTI DIRE A ELIO (L’ILLUSTRATORE DEL LIBRO) DI DISEGNARMI LEGGERMENTE PIU’ MAGRO LA PROSSIMA VOLTA.”

– Perché hai scelto di ambientare la tua storia proprio a Osilandia? ORSILANDIA E’ UNA CITTA’ COME TANTE ALTRE, SOLO ABITATA DA ORSETTI E NON DA ESSERI UMANI E PER FORTUNA VIEN DA DIRE.

– Secondo te, parlando di libri fantasy, quanto incide la creazione di un mondo nuovo in una storia? E’ FONDAMENTALE.

– Oltre a scrivere , ti sei cimentato nella promozione da solo? Hai fatto il book trailer, delle immagini con degli estratti, delle card o un blog tour? “IL MIO AMICO ALFRED” E’ STATO PROMOSSO UNICAMENTE SUI MIEI CANALI SOCIAL E STA OTTENENDO UN GRANDE SUCCESSO TRA IL PUBBLICO PER FORTUNA.

– Se ti venisse offerto un servizio di promozione del tuo libro, cosa vorresti che fosse? UN CORTOMETRAGGIO ANIMATO.

– Oltre al te scrittore c’è un’altra forma d’arte che ti ispira? Suoni, dipingi…? NO.

– Hai un blog? Se sì ti va di dirci dove e di cosa tratta? NO, non ho un blog.

– Sei un rilettore di bozze/editor/revisore? NO

– Quanto ti sei fatto aiutare da chi ti circondava per vedere realizzato “il mio amico Alfred”? ELIO FINOCCHIARO E’ UN AMICO ED E’ ANCHE L’ILLUSTRATORE DEL LIBRO, HA LA CAPACITA’ DI TRASFORMARE SULLA CARTA I MIEI PENSIERI, E’ STATO FONDAMENTALE.

– E-book o Cartaceo? EBOOK

 

– Ti va di regalarci qualche notizia sulla tua prossima pubblicazione? ATTUALMENTE STO LAVORANDO A UN LIBRO PER BAMBINI, CHE AVRA’ COME PROTAGONISTA UN PICCOLO NATIVO AMERICANO E A UN ROMANZO PER RAGAZZI, AMBIENTATO IN UN FUTURO NON MOLTO LONTANO.

– Condividi con noi una frase, che convinca anche il lettore più reticente ad acquistare il tuo libro. [Simon ci tiene a mandare più un messaggio a tutti che noi sosteniamo volentieri]

I PROVENTI DE “IL MIO AMICO ALFRED” VERRANNO DEVOLUTI IN BENEFICENZA CREDO CHE QUESTO POSSA BASTARE PER FAR COMPRENDERE AI LETTORI, LO SPIRITO CON CUI E’ NATO QUESTO LIBRO.

 

Anche per questa nuova intervista è tutto, ma voi lettori potete rivolgere domande a Simon se volete! RINGRAZIAMO tantissimo il nostro amico per questa favolosa intervista e  per averci concesso il suo tempo.

Vuoi partecipare anche tu al #venerdìintervista? Contattami mandandomi un messaggio privato,  in un commento o cercaci su Facebook e Twitter! Il MERCOLEDI metterò l’anteprima del TUO romanzo e il VENERDI l’intervista.

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015

Una risposta a “Intervista speciale a Simon Sword”

I commenti sono chiusi.