Crea sito

Intervista #2 Andrea- Aven

13082552_271312056539662_4217017404548982004_n

Benvenuti visitatori de “L’isola di Skye” nella nuova rubrica del VENERDI. #venerdìintervista. Oggi conosciamo e parliamo con Andrea, autore del comico romanzo che trovate nelle anteprime.

Ciao Andrea, benvenuto sull’Isola di Skye. Grazie per averci dato l’occasione di conoscerti e porgerti qualche domanda…

Chi sei? Salve a tutti, mi chiamo Andrea, ho 25 anni e sono di Palermo..

Quando te lo si chiede tu dai una risposta standard. Se dovessi osare, che cosa risponderesti a noi: Che possa entrare un insetto gigante dalla finestra e bloccare questa intervista LOL No, a parte gli scherzi, direi sicuramente il non riuscire a realizzare il mio sogno.

La tua paura più grande in questo momento qual è? Non credo di averne, cerco di affrontare tutto momento per momento.

Descrivi te stesso attraverso:

un colore: il verde

un profumo: il profumo della rosticceria

un fiore: il giglio

un animale: il drago

un luogo: Piazza Cappuccini, Palermo

un libro: La guida galattica per autostoppisti

una canzone: (se ci cliccate sopra potete sentirla) Boulevard of Broken Dreams, Green Day

 

– Ti è mai capitato di attraversare un periodo in cui ti sentivi smarrito? Come hai fatto a superarlo? Beh, sì. Mi sono sentito smarrito sabato scorso, quando non riuscivo a trovare le poste LOL Ok, serio. Tutte le volte che mi sento scoraggiato, una cosa mi fa andare avanti ed è farmi questa domanda: io chi o cosa sono senza scrittura? Giro questa domanda a tutti coloro che come me se lo chiedono. Funziona, dico davvero.

– La tua vita reale, il tuo lavoro, i tuoi passatempi e la tua famiglia come influiscono sulla tua scrittura? Purtroppo, molto pesantemente. Non posso scrivere per più di un’ora e purtroppo tendo a distrarmi.

Chi ti sta intorno conosce questo tuo lato? Come si approcciano con il te scrittore? Lo sa mio padre, lo sa mia sorella e lo sa uno dei miei migliori amici, ma solo quest’ultimo chiede nuove sui miei progressi. Mio padre e mia sorella non mi hanno mai messo fretta né si sono mai impicciati. Anzi, potrei anche direi che vivo nell’indifferenza generale.

Se potessi parlare con la te stesso del passato, quanto indietro andresti e cosa gli diresti? Avendo io cominciato sul sito EFP, avrei detto al me del passato “Se proprio devi, leggi tanto prima di cominciare a scrivere una cosa tua”. In questo modo avrei evitati tanti di quegli obbrobri che… meglio non parlarne.

Spesso nella scrittura c’è un’impronta che ci distingue dalla “massa”. Nella tua quale pensi sia? La costante presenza di battute e giochini mentali, come ad esempio citazioni più o meno velate e che mi “aspetto” vengano colte. (Noi che ti leggiamo vorremmo aggiungere la comicità semplice e diretta, caro Andrea)

Quello che hai scritto fino a oggi, ha un filo conduttore? Cosa accomuna tutte le tue opere? Fino a oggi ho scritto la saga “Le avventure di…”. Sono una collana di tante storie diverse m,a unite appunto dal filo conduttore contenuto nel titolo stesso. Ovviamente si parla di raccolta di storie comiche senza una trama precisa, che peraltro è il mio modo preferito di scrivere.

Dopo aver pubblicato Le avventure del puntatore, che progetti hai? Si parla già del secondo libro. ( WOW che SCOOP)

Sei un lettore? Quali generi prediligi? Sì, sono un lettore e prediligo il genere fantasy, anche se non disdegno il giallo, la fantascienza e lo storico senza troppe digressioni.

C’è un libro che rileggeresti mille volte? Certo, il Signore degli Anelli di JRR Tolkien, che ha la particolarità di nascondere cose nuove ad ogni rilettura.

Ti viene chiesto di incoraggiare un autore a diventare self… cosa gli diresti? Di seguire la propria passione a chi dice che il self è inferiore alle Case Editrici, non ascoltare questo: chiunque con un buon editing dietro e una bella storia può pubblicare, al giorno d’oggi. Bastano solo questi due requisiti.

Voci di corridoio ci dicono anche che sei un blogger di grande abilità. E’ vero? Ti va di parlarci delle tue attività esterne alla scrittura? Beh, il fatto che mi definisci di “grande” abilità mi lusinga, ma vedi, ci metto solo tutta la mia passione possibile per curare il mio spazio, “Le avventure di tutto”: dalle immagini che spesso creo fino alle tipologie di articoli e la rubrica “le avventure della grammatica” che ormai si avvicina alla conclusione. “Fare” il blogger mi ha permesso di espandere tantissimo il mio bagaglio culturale e crescere come… picchiatore seriale di tasti! Ma a parte questo, non manca mai l’elemento fondamentale che è il comunicare con gli altri nella vita reale, così come il leggere tanto.
Noi vi invitiamo quindi a sbirciare il suo blog e a interagire con Andrea. LE AVVENTURE DI TUTTO BLOG

Hai trovato la leggendaria Lampada Magica. Quali sono i tuoi tre desideri? Vedermi cartaceo, avere una casa in Irlanda o Scozia e una a San Francisco, California.

Che rapporto hai con gli animali? Pessimo con i cani, ottimo con i gatti e odio le gabbie per uccelli.

Parliamo adesso un po’ del tuo libro… Cavolo, sono impreparato! (Ve l’avevo detto che è un comico, no?)

Titolo: Le avventure del Puntatore

Genere: Comico

Pagine: 150

Formato: A5

Dove lo si può acquistare (links):  su Amazon http://www.amazon.it/avventure-del-Puntatore-vicende-dellaltra-ebook/dp/B00IJZZMG0/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1417162122&sr=8-1&keywords

– Dicci in non più di dieci righe di cosa parla. Dunque, è una raccolta in 52 capitoli (o episodi) di tutto ciò che succede nel desktop, raccontate dal punto di vista di un puntatore: da Paint ad Explorer, passando per il rapporto complicato col Mouse… credo di aver messo tutto, ma davvero tutto, il complicato ma affascinante  e divertente mondo del desktop.

Perché la gente dovrebbe leggere il tuo libro e, come pensi che questa storia possa cambiare il mondo e le persone? Innanzitutto vista la situazione mondiale credo che un po’ di risate facciano bene. Non solo facciano bene, ma sono l’unica arma che abbiamo e, credetemi, a volte la risata può davvero cambiare il mondo! Unisce le persone, abbatte i muri, a dimenticare l’ira e diciamocelo, è ora di rivalutare questo genere!

È il tuo libro di esordio o hai già pubblicato qualcos’altro? È l’esordio. ( e noi ti facciamo i complimenti!)

Perché proprio il genere comico? Per i motivi di cui sopra, e anche un po’ personali: non si direbbe, ma nella vita reale sono l’espressione facciale del “mainagioia”!

Il personaggio principale di “le avventure del puntatore” è ? È un essere umano o una creatura fantastica? Descrivicelo con 3 aggettivi. Il personaggio principale de “le avventure del Puntatore” è appunto… il Puntatore! Che sia bianco, a forma di freccia e inclinato a sinistra è sempre lui a narrare gli eventi, con tutti io personaggi che gli girano attorno.

Durante la trama di consuetudine che il protagonista evolva. Se lo fa, in che modo avviene? Beh, la mia storia è la prima in cui il protagonista non evolve caratterialmente. In fondo, è un Puntatore.

– Vive una storia d’amore? Con chi? Vive una storia d’amore complicata con Tasty la Tastiera, quella tipa che proviene dalla perfida Albione e che… come andrà a finire? (lo scopriremo solo leggendo)

Se una mattina lui/lei si svegliasse del sesso opposto quale sarebbe la prima cosa che farebbe? Diventerebbe una Puntatrice. Probabilmente girerà con un fiocchetto rosa in testa, ma le funzionalità sarebbero le stesse. Oppure dite che la Puntatrice avrebbe alcune paturnie sulla sua forma fisica e perderebbe pixel cinque giorni al mese?

Se si svegliasse animale (o se è un animale se si svegliasse uomo) cosa sarebbe e come reagirebbe? Sarebbe un basilisco, il rettile gigante che pietrifica le cartelle col solo sguardo.

Quale sarebbe la prima cosa che ti direbbe se vi incontraste faccia a faccia? “Ehi! Perché hai perso così tante ore a farmi entrare nel tuo naso, quando hai messo te stesso come sfondo di desktop?”

Perché hai scelto di ambientare la tua storia proprio a …? Nel desktop? Sarebbe parso strano far uscire il Puntatore nella vita reale. C’è un limite a tutto.

Secondo te, parlando di libri fantasy, quando incide la creazione di un mondo nuovo in una storia? Incide fintantoché si decide di creare un mondo da zero, che è una cosa veramente complicata.

Oltre a scrivere le avventure del puntatore, ti sei cimentato in altre forme. Hai fatto il book trailer, delle immagini con degli estratti, cartine, etc… Ehm… No. Colpevolmente, ho saltato a pié pari tutte queste fasi, semplicemente perché ai tempi non sapevo che si potesse fare.

E-book o Cartaceo? E-Book, anche se cartaceo sarebbe molto figo.

Su cosa sei solito scrivere? (sito on line, programma per pc, carta, pergamena…) Papiri tutta la vita LOL No, uso solo Word.

Come è nata la cover? Me l’ha suggerita Amazon. Io ho messo solo lo sfondo fatto con Paint.

Ti va di regalarci qualche notizia sulla tua prossima pubblicazione? Oh, sì! Sarà intitolata “Le avventure dell’Uomo Ape” e sarà una storia articolata in novanta capitoli, anzi cento! (Notiamo una certa ve a ironica… sarà vero…)

Condividi con noi una frase, che convinca anche il lettore più reticente ad acquistare il tuo libro…. (un estratto di non più di 300 caratteri)

Ora possiamo cominciare a scrivere. Ma mentre si apre Word, riappare di nuovo, stavolta in maniera più subdola.

“Ehi! Psss!” mi chiama sottovoce.

“Cosa c’è ancora? Non ti è bastata la lezione di poc’anzi?” gli dico, un po’ astioso.

“No! mi chiamano Spam proprio perché sono fastidioso!”. Si era capito.

“Beh, sparisci, mi stai seccando!”, mi precipito (o meglio, è il mouse che lesto mi convince di precipitarmi) e chiudo la finestra tramite tasto destro.

Bene, finalmente possiamo cominciare a scrivere , credo, ma…

“Guarda! Non è interessante questa promozione? Ho portato anche un’amica!”

E in effetti, stavolta sono due le finestre apertesi da sole, e la nuova arrivata dice “Ciao! Sono Spam, l’amica di Spam!”

Andrea ci tiene anche a lasciarvi questo messaggio: Acquista il libro! Non puoi non sapere cosa succede nel tuo stesso desktop!

A VENERDI PROSSIMO CON UNA NUOVA INTERVISTA…chi sarà il prossimo?

QUESTA è STATA l’INTERVISTA che ho pensato per Aven. Vuoi partecipare anche tu al #venerdìintervista? Contattami mandandomi un messaggio privato, con una mail a martina_federica@hotmial.it (specifica nell’oggetto chi sei e cosa vuoi) o in un commento. il Mercoledì metterò l’anteprima del TUO romanzo e il venerdì l’intervista.

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015

15 Risposte a “Intervista #2 Andrea- Aven”

  1. che truzzo!! IL profumo della rosticceria XD!! truzzoooo XDD
    Quindi vuoi dire che tu, Aven90, hai letto Tolkien??

    Che problemi hai con i… volatili?

I commenti sono chiusi.