Crea sito

RECENSIONE – METALLO D’OMBRA

#Recensione #LeggiamoItaliano #SkyeConsiglia #NuovaUscita #SosteniamoINostriAutori #2020 #Febbraio #LIsolaDiSkye #ItalianDoItBetter #LAngoloDellaRecensione #IoLeggoItaliano #Collaborazione #CollettivoScrittoriUniti #Fantasy

Un altro anno è passato e “L’isola di Skye” torna con la rubrica più amata da voi autori! Ebbene sì, anche le #Recensioni tornano su Skye in questo 2020 per raccontarvi le mie letture e magari stuzzicarvi l’interesse. Proseguiamo questo mese di Febbraio con una lettura fantasy 😉 sempre di un autore che abbiamo conosciuto grazie al #CollettivoScrittoriUniti

METALLO D’OMBRA

di

ALESSANDRO DEL GAUDIO

  • Titolo: Metallo d’Ombra
  • Serie: Vol.1 di 4 de La stirpe di un Supereroe
  • Copertina flessibile: 170 pagine
  • Editore: Ass. Culturale Il Foglio (1 gennaio 2012)
  • Prezzo Cartaceo: 12,36
  • Link d’acquisto: https://www.amazon.it/Metallo-dombra-Nascita-supereroe-Alessandro/dp/8876063935/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=metallo+d%27ombra+alessandro+del+gaudio&qid=1583231434&sr=8-1
  • Genere: Narrativa Fantasy
  • Sinossi: I sogni di Arsian sono inquieti. Un’ombra si stende su di lui, invoca il suo nome, lo attrae con la promessa di diventare una cosa. Quei sogni rievocano nel ragazzo l’infanzia trascorsa nell’Anello, la sua terra natale, il desiderio di realizzare qualcosa di grande, il crimine di cui si è macchiato e che l’ha costretto all’esilio sulla Terra. I rimorsi e il senso di colpa lo tormentano e a essi si aggiunge il turbamento causato dall’ombra che proietta su di lui una sagoma dotata di corna. È difficile sottrarsi alle sue invocazioni. Eppure Arsian deve lottare per farlo, anche se sono ben altre le cose che, in questo momento, lo preoccupano: gli eroi della Confraternita sono scomparsi da Big City e i super criminali ne stanno approfittando per seminare il panico tra la popolazione. Ma cosa può fare uno studente indifeso di fronte al predominio dei malvagi? E chi potrà salvare una città che va incontro a un destino segnato? Arsian non lo sa. Eppure l’ombra cornuta che lo affianca e lo sovrasta sembra essere ansiosa di aiutarlo a rispondere a queste domande.

*********

COSA NE PENSIAMO?

Prima di dirvi qualcosa su questo romanzo, vi ricordiamo che questa è solo la nostra personale opinione e che questo libro fa parte dei titoli del COLLETTIVO SCRITTORI UNITI.  Noi lo abbiamo letto per voi e adesso vi racconteremo qualcosa, ma vi consigliamo di cercarlo durante gli innumerevoli eventi del CSU.

Se dovessimo riassumere questo libro in una parola sarebbe: FUMETTEVOLE.

Sì, non iniziate a lamentarvi, lo sappiamo che non è propriamente una parola, ma secondo noi descrive in pieno questa lettura, perché Alessandro – l’autore- si impegna moltissimo ad usare e fruttare le atmosfere tipiche dei fumetti per rendere accattivante la sua storia.

Ancora meglio perchè la storia è raccontata tutta dal punto di vista del protagonista, Wilbur anche se questo non è propriamente il suo nome, bensì quello che si è scelto quando !-SPOILER-! è arrivato sulla terra.

Ebbene sì, stiamo parlando di “alieni” o meglio di esseri diversamente terresti, ma non posso propio spingermi a dirvi di più o vi svelerei troppo. Tutto è raccontato per bene da Wil stesso, che ci tiene a spiegarci cosa e come, dandoci una bella infarinatura del mondo che Alessandro ha plasmato.

Bellissime sono le citazioni eroiche, i nomi dei luoghi presi senza nasconderli troppo dalla letteratura fumettistica, come Wayne Street che si rifà al vero nome di Batman o Scott Summer Plaza che è il nome di un Xmen.

Chi è appassionato del genere durante la lettura scoverà decine di easter egg simili, per non parlare di due fantomatici super eroi scomparsi: Mantello Nero – dai è Batman!- e Power Men – Solo io penso che sia SuperMen, vero?-

E così vi ho anticipato che Sì, si parla di supereroi, lo dice il nome della serie, lo si capisce dalla copertina, tutto lo urla a gran voce. Ma allora che eroe è Wilbur?! Dovete leggere il romanzo per saperlo 😉

E l’ambientazione?! Bellissima, soprattutto quella extraterreste, per me anche nuova, ammetto di non averci mai pensato e di non aver mai letto niente di simile. Di cosa si tratta non voglio dirvelo, ma vi confesso che la parte in cui Wilbur ne parla mi è piaciuta molto e speravo che alla fine tornasse a palesarsi… ma poi mi sono ricordata che questa è una serie, quindi non è detto che non succederà più avanti.

Questo è solo il primo di vari volumi, quattro se non sbaglio già tutti pubblicati, quindi disponibili alla mia e alla vostra lettura, l’autore si prodiga spesso a parlarcene sui social e vi consiglio di seguirlo per le novità.

Prima di lasciarvi però spenderei ancora qualche parola su questa esperienza, a noi è piaciuto leggere Metallo d’ombra. Entrare nel mondo di Wilbur e fargli compagnia in questa sua primissima avventura, Alessandro ha scelto uno stile accattivante, adatto anche ai giovani che si avvicinano al genere, senza tralasciare i veterani che tra le sue righe – come già anticipato- coglieranno tantissime citazioni. A questo punto potete capire che il libro è bello, attira e concede un bel momento di svago e/o intrattenimento, merita proprio di essere letto.

Quindi in ultimo, noi ve lo consigliamo; perché a mio parere e l’abilità di MATTIA nelle descrizioni e nel destreggiarsi con un ambientazione così ostica è innegabile e va premiata. In più c’è un’avventura da vivere, un cattivo da sconfiggere e la pace del Mondo da riportare 😉 c’è una storia d’amore e i drammi dell’adolescenza; ci sono la famiglia, gli affetti e persino gli arci-nemici che sconfiggere. Cosa possiamo desiderare di più?!

E come sempre vi ricordiamo che: se siete curiosi di scoprire altre opere di ALESSANDRO DEL GAUDIO cercatelo su Amazon o su Fb e vi ricordiamo che il COLLETTIVO SCRITTORI UNITI ha molte offerte ed eventi per voi e vi aspetta!

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015