Crea sito

Recensione #11 – Sacrifice

Buongiorno ISOLANI e bentornati all’appuntamento preferito di autori e lettori, oh sì miei cari avete letto bene. Finalmente il nostro staff si è riunito e ha letto qualcosa di nuovo per voi!

#Recensione #LeggoItaliano #L’isoladiSkyeConsiglia

BARBARA BOLZAN

in

“SACRIFICE”

il secondo volume della “RYA SERIES”

 

51MXSKt8x5L._SY346_.jpgTitolo: Sacrifice

Serie: “Rya Seires” Vol.2

Autrice: Barbara Bolzan

Editore: Delrai Edizioni

Genere: Distopico

Formato: ebook e cartaceo copertina sia flessibile che rigida

Prezzo: 2,99 o KU; 14,03 euro.

TRAMA:

Era questo che faceva Nemi, quindi. Non l’amore di Blodric nella nostra stanza profumata, non le notti che avevo trascorso tra le sue braccia a Temarin. Ma questo. Qualcosa di sporco, di rozzo, di doloroso e degradante. Poche parole nel corso della contrattazione, due corpi umidi e sudati, la nausea che si trasformava in conato, l’imperativo: Non piangere! scolpito nella mente, bocche e seni e braccia e gambe avviluppate. Poi, due monete lasciate sul letto e addio.

Non dimenticare mai chi sei, Rya. Ora che la strada intrapresa è incerta e il futuro altrettanto pieno di insidie, l’amore guida i suoi passi e la spinge a scelte difficili. Convinta di raggiungere Nemi, la principessa non può venir meno a se stessa e decide così di affrontare la dura realtà, la stessa che non ha mai davvero avuto il coraggio di guardare con i giusti occhi. L’Idrethia non è il luogo meraviglioso delle sue fantasie, è una prigione che inghiotte e getta nel fango, perché la vita fuori dal palazzo non è quella dei ricchi, ma di chi lotta per sopravvivere.
Il secondo capitolo di una saga avvincente, Sacrifice è il romanzo che dà nuova linfa alle vicende di Rya, una donna contro un mondo sconosciuto , che combatte per la dignità e per i suoi sentimenti. Perché una Niva non demorde, una Niva non si arrende mai.

Link d’acquisto:

https://www.amazon.it/dp/B071444X2H/ref=pd_cp_351_3?_encoding=UTF8&psc=1&refRID=T6NHXBNG0XBBPS4Z7VH6

 

***

Guarda il mondo, Alsisia. Lo stesso che fino a questo pomeriggio avrei tanto voluto risparmiarti. Guardalo attraverso i miei occhi.
Guarda me.
Cerca in me l’eco della ragazza che ero, quella che correva nei prati e che, anche nel corso delle cene ufficiali, tirava calci sotto il tavolo e rideva ad alta voce.
La vita era bella, allora. (…)
Ti ricordi? Io, che non ti nascondevo niente. Mai un segreto. Io, frivola e spensierata. Io, che rincorrevo le farfalle.
Guarda ora la mia devastazione.
Sono una città sotto assedio. La mia pelle è dura come le vie ciottolate d’Idrethia. Le mie ferite sono come il sangue che viene sparso per le strade.
Eppure, di tutto quanto sta accadendo là fuori, io non sono che una pallida immagine, un sogno all’alba, sul punto di svanire.
Distruzione e colpevolezza, vittima e carnefice, vita e morte. È tutto là fuori, Alsisia…
Se solo tu potessi capire.

***

COSA NE PENSIAMO?

Se dovessi descrivere questo libro in una parola sarebbe: lottare.

Lottare contro la durezza della vita. Lottare contro chi vuole decidere per noi pensando sia per il nostro bene. Lottare contro se stessa, per non morire.

Sì, perché Rya, in questo libro, viene portata a lottare per se stessa, l’amore e la vita… non più solo la sua, e nemmeno solo quella di Nemi.

Con maestria Barbara Bolzan ci riporta alle porte dell’Idrethia, al fianco di una Rya che, cercando di salvare Nemi, dovrà compiere delle scelte difficili, dure e non affatto idilliache, entrando in un luogo che la metterà a dura prova.

Lì conoscerà il vero dolore, quello che annienta corpo e anima, aggrappandosi alla disperazione per uscire da quel posto con le sue gambe, fisicamente viva, nonostante dentro di lei non sia più la stessa.

Quel posto l’ha cambiata, giorno dopo giorno, aiutato da Melina. Lei…

“Lei, pura come una vergine. O una vittima sacrificale.”

Melina è il personaggio che, tra quelli presenti in Sacrifice, mi è piaciuto più di tutti, per il suo essere vittima sacrificale, per come entra dentro a scuoterti con prepotenza.

Un libro che, proprio come Fracture, vi terrà incollate alle pagine e che vi consiglio di leggere assolutamente.

 

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015

2 Risposte a “Recensione #11 – Sacrifice”

I commenti sono chiusi.