Crea sito

Recensione #10 – Il Furto dei Munch

#Recensione #LeggoItaliano #L’isoladiSkyeConsiglia

Bentornati isolani nella rubrica più amata dagli autori. Ogni mese ci impegniamo per voi. Ci proviamo sul serio a proporvi un libro nuovo e oggi abbiamo spolverqato un libro edito qualche tempo fa di una nostra autrice davvero apprezzata e ve lo proponiamo con il nostro stile 😉

BARBARA BOLZAN
“IL FURTO DEI MUNCH”

 

17918733_839904162832911_732940326_n.jpg Titolo: Il furto dei Munch

Autrice: Barbara Bolzan

Editore: La Corte

Collana: UNDERGROUND

Genere: giallo-thriller

Formato: sia ebook che cartaceo

Prezzo: 4,99 l’ebook, 15,90 il cartaceo

Data di pubblicazione: 9 giugno 2015

Trama

Il 5 aprile 2004, un commando mette a segno una spettacolare rapina alla banca di Stavanger, in Norvegia. Il 24 agosto 2004, dal Museo Munch di Oslo vengono sottratti i celebri dipinti L’Urlo e la Madonna. Due fatti apparentemente non correlati, ma che trascineranno il lettore in una vertigine di intrighi, pericoli e misteri, portandolo nel cuore del mondo del mercato nero dell’arte e della musica. Quando i dipinti scompaiono, infatti, lasciando dietro di sé una scia di morte, Agata Vidacovich, coinvolta nel traffico d’arte, tenterà di venire a capo dell’intricata vicenda, mettendo a dura prova le proprie certezze. Sposata con un pianista di fama internazionale che ha ormai rinunciato alla propria carriera e a cui ha sempre mentito riguardo alla propria vera vita, Agata si ritroverà costantemente sul filo del rasoio, costretta a mettere a repentaglio tutto quello che ha di più di caro per venire a capo di questo mistero. Dove sono finiti i quadri? Un thriller avvincente, che si snoda tra Milano, Oslo e Trieste e che tiene il lettore col fiato sospeso fino all’ultima pagina.

Link d’acquisto: https://www.amazon.it/furto-dei-Munch-Barbara-Bolzan-ebook/dp/B00Y3CREAA

***

COSA NE PENSIAMO?

Se dovessimo riassumere il libro in una sola parola sarebbe: c’est magnifique!

Ammetto che non leggevo un giallo da molto tempo e questo mi ha fatto tornare la passione per questo genere.

Scritto in un modo che dire magistrale è poco. Le ambientazioni, i personaggi, tutto viene descritto nei minimi particolari, rendendoli vivi e reali davanti ai nostri occhi.

La storia, poi… che spettacolo! Una trama che s’infittisce pagina dopo pagina, fino al culmine finale quando rimani a occhi aperti e la mandibola rischia di cadere perché no, non ti aspetti che il mandante sia… eheheh no non ve lo dico.

Agata è una donna davvero tosta, brava a nascondere la sua vera natura anche al marito musicista. È lei la protagonista di questo capolavoro uscito dalle magistrali mani dell’autrice che consiglio a tutti.

Vedrete che ve ne innamorerete. E salutatemi Badelli.

Giudizio sommario: leggetelo, in estate o inverno, con la pioggia o con il sole, ma leggetelo.

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015