Crea sito

L’Angolo di Aven #5 – Il Cha cha cha

L’angolo di Aven

La rubrica della Domenica per prendersi una pausa e ridere insieme.

L'isola di Skye (1).jpg

Torna a grande richiesta la puntata comica della Domenica su Skey inisieme al nostro amico Aven; che oggi ci parlerà del… 

Il Cha cha cha

 

È dunque giunta la Domenica, e se qualcuno ha notato il livello dei balli comincia a scadere. Tranquilli, lo sto facendo apposta! Aspettatevi di TUTTO i prossimi appuntamenti!Ma per adesso concentriamoci sul Cha cha cha.

Ci sono due tipi di cha cha cha:

  1. Il Cha cha cha della segretaria
  2. Quello di cui parla il giornalista di una settimana da Dio

Noi invece parleremo di tutt’altro Cha Cha cha.

Va bene, ad alcuni potrebbe venire in mente un cane Cha, quindi lo chiameremo in causa, vero?

“Wof!”

Appunto. Inoltre, i cani sono utili a far prendere infarti alle persone mentre passeggiano tranquillamente nei marciapiedi, e questo è importante dirlo.

Prima di divagare, vorrei dire un paio di cosette sul Cha cha cha. Innanzitutto è un ballo di gruppo, quindi fa parte del genere che detesto particolarmente.

Poi a quanto pare è obbligatorio avere due gambe, quindi il fatto di avere messo in causa un pelosetto a quattro zampe non mi aiuta nella spiegazione.

Il Cha cha cha ha tendenze comuniste ( o come si dice oggi democratiche), quindi il piede sinistra va in avanti rispetto al destro. Attenzione sempre al cane che potrebbe attaccarsi all’arto, però, quindi chiudetelo da qualche parte: anzi, fatelo abbaiare ai vicini.

Poi, riportiamo il peso che abbiamo usato per muovere la gamba sul destro. Attenzione facciamolo con cura, perché il rischio di strappi è elevato.

Mentre il nostro cane canterà il Cha cha cha abbaiando, proveremo a fare lo step “passo/piedi uniti/passo”, senza quindi confonderci coi piedi. Ecco che torna utile averne due e non sei come il nostro amico Grigio al pianeta Eusebyys IV. Ciao Paul!

“Agvelmrf”

Com’è educato.

Esiste anche una mossa latina, dove non cambia nulla, ma l’insegnante sarà Cicerone.

E… niente, dopo aver imparato il Cha cha cha (ovvero fare passi, spostare il peso corporeo alternativamente sulle gambe e aver fatto abbaiare il cane e dargli come premio una ciotola di croccantini) posso dirmi soddisfatto di com’è venuto questo articolo!

 

La prima puntata de “L’angolo di Aven” ahinoi finisce qui, ma non disperate, ci vediamo tra 2 domeniche per il prossimo appuntamento. Non mancate! E se avete apprezzato questo piccolo post vi consigliamo caldamente si seguire Aven sul suo blog personale “Le Avventure di Tutto” e di cercare i suoi romanzi “Le Avventure del puntatore” e “Le Avventure del pentagramma

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015