Crea sito

Intervista SPECIALE – L.Cassie

13082552_271312056539662_4217017404548982004_n

Benvenuti e BENTORNATI visitatori de “L’isola di Skye” nella rubrica del VENERDI. #venerdìintervista.

Oggi conosciamo e parliamo con una nuova amica!

IERI 1 Settembre è uscito il suo nuovo ROMANCE e noi siamo felicissimi di parlare con lei e scoprire qualcosina in più-

Ciao L., benvenuta sull’Isola di Skye. Grazie per averci dato l’occasione di conoscerti e porgerti qualche domanda. Iniziamo dalle domande di rito…

Chi sei? Laura Cassitto, altrimenti detta L. Cassie 😛

Quando te lo si chiede tu dai una risposta standard. Se dovessi osare, che cosa risponderesti a noi? Risponderei che sono una ragazza tenace, con grande voglia di fare e tanti sogni da realizzare (forse non ho osato molto, ma vabbé).

La tua paura più grande in questo momento qual è? Non riuscire a raggiungere alcuni obiettivi molto importanti per me.

Descrivi te stesso attraverso:

un colore: nero

un profumo: lavanda

un fiore: lavanda

un animale: scorpione

un luogo: Napoli

un libro: Harry Potter

una canzone: Non mollare mai di Gigi D’Alessio

Ti è mai capitato di attraversare un periodo in cui ti sentivi smarrita? Come hai fatto a superarlo? Mi è capitato più di una volta, ho raccolto i cocci e ho guardato al futuro. Solo la speranza di un domani migliore può darci la forza di lottare.

La tua vita reale, il tuo lavoro, i tuoi passatempi e la tua famiglia come influiscono sulla tua scrittura? Non saprei, sicuramente ognuna di queste cose sono motivo di ispirazione.

Chi ti sta intorno conosce questo tuo lato? Come si approcciano con la te scrittrice? Non tutti lo conoscono e, soprattutto, non tutti lo vivono. Ma si approcciano tutti abbastanza bene, io stessa tengo alla larga chi potrebbe depistarmi o demoralizzarmi.

Se potessi parlare con la te stessa del passato, quanto indietro andresti e cosa le diresti? Andrei indietro di sei anni e mezzo e le direi di non temere per la propria vita, perché riuscirà a sopravvivere.

Spesso nella scrittura c’è un’impronta che ci distingue dalla “massa”. Nella tua quale pensi sia? Credo che sia la voglia di affrontare tematiche sociali e di trasmettere un messaggio importante, ovvero quello di non gettare mai la spegna.

Quello che hai scritto fino a oggi, ha un filo conduttore? Cosa accomuna tutte le tue opere? Sì, ha un filo conduttore, le accomuna il messaggio di speranza che voglio infondere. Inoltre in ognuno di loro c’è un pezzo della mia vita.

Dopo aver pubblicato Tutto quello che vorrei, che progetti hai? Ho altri tre romanzi chiusi nel cassetto, pronti per essere pubblicati, e un quarto libro da scrivere!

– Sei una lettrice? Quali generi prediligi? Lo stesso genere che scrivo (rosa) e libri formativi (self help).

C’è un libro che rileggeresti mille volte? Harry Potter. [questo però non è uno…tutti sanno che sono 7, anzi 8]

Ti viene chiesto di incoraggiare un autore a diventare self… cosa gli diresti? Gli direi che vale sempre la pena tentare ogni strada.

Un argomento spinoso attuale è l’uso di uno pseudonimo per pubblicare un genere diverso. Tu lo faresti? Ehm, no, ho già uno pseudonimo e già così mi sembra di avere doppia personalità. Meglio non esagerare o rischio il manicomio ahahaha =)

Hai trovato la leggendaria Lampada Magica. Quali sono i tuoi tre desideri? Non posso dirteli! Altrimenti non si avverano…. 😛 [Furba!]

Che rapporto hai con gli animali? Belli, carini, coccolosi, ma è meglio non avercerli intorno…. Ho pressoché paura di ogni animale =)

Adesso parliamo un po’ del tuo libro…

Titolo: Tutto quello che vorrei

Genere: Rosa

Pagine: 186

Formato: ebook (cartaceo a breve)

Dove lo si può acquistare (links): Amazon (link non ancora disponibile, esce il 1 settembre)

Dicci in non più di dieci righe di cosa parla. Narra la storia di Lauren e Matt. Lei è una ragazza che ha rischiato di morire e dopo questo avvenimento traumatico si è trasformata in una maniaca del controllo che cerca di organizzare ogni cosa della sua vita e che spesso si priva di attività gioiose, temendo che queste possano essere degli sprechi di tempo. Matt è, invece, un ragazzo che nasconde un passato travagliato e che cercherà di far capire a Lauren l’importante del godersi la vita, aiutandola a realizzare i suoi desideri. Non si accorge però che aiutando lei, aiuta un po’ anche se stesso.

Com’è nata l’idea che ha dato vita a Tutto quello che vorrei? Sentivo il bisogno di raccontare una parte della mia vita.

Com’è nato il titolo? Mi si è accesa la lampadina 😛 [Beata te a noi non capita mai]

Perché la gente dovrebbe leggere il tuo libro e, come pensi che questa storia possa cambiare il mondo e le persone? Oddio, cambiare il Mondo non saprei. Ma credo che leggendo il mio libro le persone possano riflettere su alcuni valori che spesso vengono dimenticati e che possano rendersi conto di quanto siano fortunati ad essere ancora qui, su questa terra. Non a tutti è dato vivere tanto a lungo.

È il tuo libro di esordio o hai già pubblicato qualcos’altro? Ho già pubblicato Una nuova vita e Le cicatrici dell’anima. Inoltre avevo pubblicato anche Ascolta il mio silenzio, ma al momento non è più in commercio.

Perché proprio il genere rosa? Perché c’è sempre bisogno di amore e tutti noi ne siamo affamati.

Il personaggio principale di Tutto quello che vorrei è ? È un essere umano o una creatura fantastica? Descrivicelo con 3 aggettivi. E’ un essere umano strambo, introspettivo, sognatore.

Durante la trama di consuetudine che il protagonista evolva. Se lo fa, in che modo avviene? Lo fa anche Lauren, proprio grazie all’aiuto di Matt.

Vive una storia d’amore? Sì.

Se una mattina lui/lei si svegliasse del sesso opposto quale sarebbe la prima cosa che farebbe? Oddio, credo che sperimenterebbe la comodità di urinare in piedi :p

Se si svegliasse animale (o se è un animale se si svegliasse uomo) cosa sarebbe e come reagirebbe? Si sveglierebbe corvo e darebbe di matto.

Quale sarebbe la prima cosa che ti direbbe se vi incontraste faccia a faccia? “Cavolo, che vita di merda che mi hai dato! Però grazie per Matt…”

Perché hai scelto di ambientare la tua storia proprio a Londra? E’ una città che mi affascina e che spero di visitare presto.

Secondo te, parlando di libri fantasy, quando incide la creazione di un mondo nuovo in una storia? Mmmh, non molto. Ci sono parecchi libri fantasy con ambientazioni reali e sono riusciti bene.

Oltre a scrivere Tutto quello che vorrei, ti sei cimentata nella promozione da sola? Hai fatto il book trailer, delle immagini con degli estratti, delle card o un blog tour? Si! Aiuto…. Che fatica! Però mi piace.

Se ti venisse offerto un servizio di promozione del tuo libro, cosa vorresti che fosse? Presentazioni nelle migliori librerie italiane!

Oltre alla te scrittrice c’è un’altra forma d’arte che ti ispira? Suoni, dipingi…? No, ma un giorno o l’altro imparerò a suonare il pianoforte.

Hai un blog? Se sì ti va di dirci dove e di cosa tratta? Si, è un blog letterario. Si chiama L. Cassie – Blog.

Sei una rilettrice di bozze/editor/revisore? No, ma mi è capitato di fare da beta, ogni tanto.

Quanto ti sei fatta aiutare da chi ti circondava per vedere realizzato Tutto quello che vorrei? Un po’.

E-book o Cartaceo? Entrambi.

Su cosa sei solita scrivere? Computer.

Hai qualche rito particolare che fai prima di iniziare a scrivere, ad esempio ascolti della musica? Spesso ascolto musica mentre scrivo, ma non ho un rito.

Come è nata la cover? Ho sbirciato sui siti online e ho affidato l’immagine alla mia grafica.

Ti va di regalarci qualche notizia sulla tua prossima pubblicazione? Tutto quello che vorrei uscirà il 1 settembre su Amazon!

Condividi con noi una frase, che convinca anche il lettore più reticente ad acquistare il tuo libro….

Hai paura che qualcuno si possa innamorare di te, che possa volerti, che possa desiderarti in ogni momento della giornata. Hai paura di vivere quella storia d’amore che hai sempre sognato. Per cui ti nascondi dietro al “A chi vuoi che piaccia?”, per giustificare l’assenza di un uomo al tuo fianco.

Anche per questa intervista speciale è tutto, ma voi lettori potete rivolgere domande a L. se volete! RINGRAZIAMO tantissimo la nostra nuova amica per questa favolosa intervista e  per averci concesso il suo tempo.

Vi consigliamo vivamente di cercare il suo romanzo !

Vuoi partecipare anche tu al #venerdìintervista? Contattami mandandomi un messaggio privato, con una mail a martina_federica@hotmial.it (specifica nell’oggetto chi sei e cosa vuoi) o in un commento. Il MERCOLEDI metterò l’anteprima del TUO romanzo e il VENERDI l’intervista.

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015