Crea sito

Intervista #7 – Irene Pistolato

Benvenuti visitatori de “L’isola di Skye” nella nuova rubrica del VENERDI. #venerdìintervista

Oggi conosciamo e parliamo con Irene, autrice del famosissimo romance “Ti va di rischiare”, romanzo da oltre 2milioni di visite su whatpad.

Ciao Irene, benvenuta sull’Isola di Skye. Grazie per averci dato l’occasione di conoscerti e porgerti qualche domanda…

Iniziamo dalle domande di rito:

Chi sei? Sono Irene (Bella zia, davvero? strano!)

Quando te lo si chiede tu dai una risposta standard. Se dovessi osare, che cosa risponderesti a noi? Sono una persona riservata, ansiosa ma sempre con il sorriso sulle labbra. Cerco sempre di aiutare, se posso, anche se la maggior parte delle volte poi le persone ne approfittano perché sanno che non riesco a dire di no. (picchiamo tali approfittatori! non li vogliamo noi!!!)

La tua paura più grande in questo momento qual è? Al momento nessuna, preferisco non pensare alle cose brutte.

– Descrivi te stesso attraverso:

un colore: Blu

un profumo: L’odore della natura

un fiore: Tulipano

un animale: Gatto

un luogo: Venezia

un libro: Non saprei… (Eddai Ire, un piccolo sforzo…)

una canzone: “When you say nothing at all” Ronan Keating (uuuh anche a noi piace parecchio!)

Ti è mai capitato di attraversare un periodo in cui ti sentivi smarrita? Come hai fatto a superarlo? Sì, mi è capitato più di una volta. Non è stato facile, ma sono riuscita a venirne fuori con la forza di volontà e grazie all’aiuto delle persone che amo.

La tua vita reale, il tuo lavoro, i tuoi passatemi e la tua famiglia come influiscono sulla tua scrittura? Influiscono molto. Mi ritaglio qualche attimo solo per me e la scrittura tra una pausa e l’altra. Non riesco mai a dedicarmi completamente, senza pensieri.

Chi ti sta intorno conosce questo tuo lato? Come si approcciano con la te scrittrice? Lo conoscono tutti e mi stanno vicini. Mia mamma e mio marito sono i miei primi sostenitori, incoraggiandomi a continuare con questa mia passione nata quasi per caso. (Noi vogliamo che ci saluti marito)

Se potessi parlare con la te stessa del passato, quanto indietro andresti e cosa le diresti? Tornerei alla me stessa di 17 anni, le direi di stare tranquilla, che tutto andrà bene e che non vale la pena farsi prendere dall’ansia.

Spesso nella scrittura c’è un’impronta che ci distingue dalla “massa”. Nella tua quale pensi sia? Non saprei, forse la “dolciosità” dei miei personaggi maschili che spesso vengono criticati per essere troppo melensi. (Concordiamo, i tuoi uomini sono burro fuso!)

Quello che hai scritto fino a oggi, ha un filo conduttore? Cosa accomuna tutte le tue opere? L’amore è l’unico filo conduttore di ogni mia storia. (ci sta venendo il diabete a parlare con te, Ire! Grazie!)

Dopo aver pubblicato “Un amore di avvocato”, che progetti hai? La prossima tappa è il quarto libro della serie del rischio dove il protagonista è Luca, il migliore amico di Serena.

Sei una lettrice? Quali generi prediligi? Leggo da tutta la vita. Prediligo i thriller e i romance.

C’è un libro che rileggeresti mille volte? Sinceramente non ne ho uno in particolare. (allora facci la lista!)

Ti viene chiesto di incoraggiare un autore a diventare self… cosa gli diresti? Di provarci, ma solo se si sente pronto ad entrare nella mischia. Al giorno d’oggi sono in moltissimi nel mondo self.

Hai trovato la leggendaria Lampada Magica. Quali sono i tuoi tre desideri? Non saprei, non ho grandi desideri da esprimere. Ho già tutto quello di cui ho bisogno. (Irene qui i lupi hanno fame, al prossimo non so li slego!)

Che rapporto hai con gli animali? Adoro gli animali, anche se i miei preferiti rimarranno sempre i gatti che amo alla follia. (Questa volta ti tocca salutarci Bijou!)

 

Parliamo adesso un po’ del tuo libro…

Titolo: Un amore di avvocato (data di uscita 20 maggio 2016 – sì praticamente tra un mese!)

Genere: romantico

Pagine: 203

Formato: e-book ( e il cartaceo no?)

Dove lo si può acquistare (links): (ok, PRENOTARE per adesso!)  http://www.amazon.it/amore-avvocato-serie-rischio-Vol-ebook/dp/B01DCHJCS8/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1459262884&sr=1-1

Dicci in non più di dieci righe di cosa parla. Il protagonista di questo terzo libro della mia serie è Lorenzo, migliore amico di Marco. È figlio di uno dei migliori avvocati della città e insieme gestiscono il loro studio legale. Lorenzo è un Dongiovanni, ama le donne, ma non si lega mai a nessuna in particolare. La sua vita cambia radicalmente quando conosce Stella, la migliore amica di Serena. Qualcosa in lui scatta e si lega irrimediabilmente a lei, anche grazie a un piccolo “errore” di una notte. Vedremo il cambiamento di Lorenzo capitolo dopo capitolo, fino a faticare a riconoscerlo.

Perché la gente dovrebbe leggere il tuo libro e, come pensi che questa storia possa cambiare il mondo e le persone? Non credo che la mia storia possa cambiare il mondo o le persone, però lo consiglio a chi ama le storie romantiche, dove il protagonista maschile è un po’ stronzetto. ( Noi invece sappiamo che cambierà il Mondo perchè è bella da morire!)

È il tuo libro di esordio o hai già pubblicato qualcos’altro? No, non è il mio libro di esordio. Prima di questo ho pubblicato i primi due capitoli della serie: il volume 1 “Ti va di rischiare?” e  il volume 2 “Il mio rischio più bello”. Ci sono anche tre romanzi separati dalla serie: “Una semplice coincidenza”, “Io ti credo” e “Il patto di Natale”. (Un’autrice prolissa insomma!)

Perché proprio il genere romance? Sono una persona romantica di natura e credo nell’amore. Mi viene naturale scrivere di sentimenti.

Il personaggio principale di “Un amore di avvocato” è un essere umano o una creatura fantastica? Descrivicelo con 3 aggettivi. È un essere umano scontroso, scorbutico e generoso. (Già lo amiamo!)

Durante la trama di consuetudine che il protagonista evolva. Se lo fa, in che modo avviene? Avviene in modo graduale ed è il primo a sorprendersene.

Vive una storia d’amore? Con chi? Vive una storia d’amore con Stella.

Se una mattina lui/lei si svegliasse del sesso opposto quale sarebbe la prima cosa che farebbe? Non ne ho idea, non riesco a immaginarmelo come donna. (Io si e già rido!)

Se si svegliasse animale (o se è un animale se si svegliasse uomo) cosa sarebbe e come reagirebbe? Considerando che di cognome fa Zanna, è tutto dire. Sicuramente sarebbe un animale con delle grosse zanne affilate XD

Quale sarebbe la prima cosa che ti direbbe se vi incontraste faccia a faccia? Ehm, credo non si possa dire, il suo linguaggio non è molto tenero e delicato.

Perché hai scelto di ambientare la tua storia proprio a Brescia? È una città che conosco molto bene, comprese le zone limitrofe. Ho deciso di ambientarla nei posti che frequento.

Oltre a scrivere “Un amore di avvocato”, ti sei cimentata in altre forme. Hai fatto il book trailer, delle immagini con degli estratti, cartine, etc… Ho solo creato delle immagini con estratti, non sono molto brava in questo genere di cose. (Non c’è problema ti aiuto io!)

E-book o Cartaceo? Entrambi (e vorrei ben dire, altrimenti come faccio io a comprarli?)

Su cosa sei solita scrivere? (sito on line, programma per pc, carta, pergamena…) Uso soltanto word per scrivere.

Come è nata la cover? Ho trovato quell’immagine in un sito e ho pensato fosse perfetta per rappresentare Lorenzo.

Ti va di regalarci qualche notizia sulla tua prossima pubblicazione? Si chiamerà “Rischiamo insieme” e per la prima volta sarà un romanzo interamente M/M. Ho già terminato la stesura, ma non so ancora quando lo pubblicherò. (non vedo l’ora!)

Condividi con noi una frase, che convinca anche il lettore più reticente ad acquistare il tuo libro…. (un estratto di non più di 300 caratteri):

Questa sera sembra perfino più bella del solito. Mi rendo conto di non averla più guardata come avrei dovuto da quando è nata nostra figlia, l’ho in qualche modo trascurata. Ho intenzione di recuperare tutto il tempo perso, di riaccendere la fiamma come mi ha suggerito Marco.

«Che c’è?», chiede guardandomi intensamente. Le sue guance si colorano di rosso, rendendola davvero tenera.

«Niente, stavo solo ammirando la tua bellezza», rispondo posando la mano sulla sua e godendomi il calore che emana.

Un sorriso bellissimo si forma sul suo viso, illuminandola e facendomi battere forte il cuore. Non posso credere che questa donna stupenda abbia scelto di stare con un coglione come me, sono un uomo davvero molto fortunato e devo tenermela stretta.

RINGRAZIAMO IRENE per averci concesso il suo tempo e vi consigliamo vivamente di cercare la sua serie romance su amazon! Io vi do appuntamento a venerdì prossimo con una doppia nuova intervista.

Vuoi partecipare anche tu al #venerdìintervista? Contattami mandandomi un messaggio privato, con una mail a martina_federica@hotmial.it (specifica nell’oggetto chi sei e cosa vuoi) o in un commento. il Mercoledì metterò l’anteprima del TUO romanzo e il venerdì l’intervista.

 

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015