Crea sito

Intervista #39 – Abysso e Odissea

Benvenuti e BENTORNATI visitatori de “L’isola di Skye” nella rubrica del VENERDI. #VenerdìIntervista. Questa sarà l’ultima intervista del 2016, ma niente paura abbiamo già nuovi autori e nuove autrici da presentarvi per il 2017!

Oggi però sono davvero contentissima di ospitare un duo di autori emergenti e simpaticissimi! Il loro primo romance erotico è un m/m appena uscito. Pronti a conoscere…

ABYSSO E ODISSEA

Ciao Abysso e Odissea, benvenuti sull’Isola di Skye. Grazie per averci dato l’occasione di conoscervi e porgervi qualche domanda. Iniziamo dalle domande di rito…

– Chi siete?

Abysso, lettore accanito, editor, traduttore, social manager and ho scritto un libro con la mia partner in crime Odissea.

Odissea, amante della vita in primis, viaggiatrice seriale, amante della lettura da quando ho memoria, appassionata di scrittura sin da bambina. Traduttrice, social media manager, autrice esordiente con il mio alter ego Abysso. Non so vivere senza musica.

– Quando tve lo si chiede voi date una risposta standard. Se doveste osare, che cosa rispondereste a noi?

A: Direi che sono un mucchio di cose, quindi se avete 4 o 5 ore vi racconto… 😉

O: Che mi piace pensare di essere in continua mutazione e per questo definirmi non mi è mai piaciuto. Sono quello che faccio, nel momento in cui lo faccio.

La vostra paura più grande in questo momento qual è?

A: Di dare delle risposte veramente banali 😛

O: Trovare troppe risposte e smettere di pormi delle domande. Amo stare in equilibrio precario.

Descrivete voi stessi attraverso:

un colore: verde/verde

un profumo: mi piace l’hugo boss bottled ;)/Cheap and Chic

un fiore: No, ma che ne soooooo/Peonia

un animale: Leopardo/Mangusta

un luogo: La spiaggia col mare in tempesta/ Un lago circondato da montagne in una giornata di primavera

 

un libro: Cent’anni di solitudine Gabriel Garcìa Màrquez/Orgoglio e Pregiudizio

una canzone: Pretender dei Foo Fighters/Over the rainbow

Vi è mai capitato di attraversare un periodo in cui vi sentivate smarriti?Come avete fatto a superarlo?

A:Sì. Mi sono buttato nel lavoro e nelle cose che amavo fare, se continuavo a rimuginare sarebbero stati @@@@@ [censura ;)]

O:Più volte. Mi sono concentrata ogni mattina su un pensiero positivo, qualcosa da portare a termine entro sera , fosse anche guardare una puntata di una serie tv; focalizzandomi solo su ciò che di “bello” avrei fatto quel giorno. E un giorno alla volta, si esce dal tunnel.

La vostra vita reale, il vostro lavoro, i vostri passatemi e la vostra famiglia come influiscono sulla vostra scrittura?

A: Il mio quotidiano è continua fonte d’ispirazione 😉

O: Tutto influisce, soprattutto gli scenari lavorativi, meno quello privato.

– Chi ti sta intorno conosce questo vostro lato?

A: Qualcuno sì, qualcuno no…

O: Tutti o quasi.

– Come si approcciano con la vostra parte scrittore/trice?

A: Hanno qualche difficoltà con il me scrittore, temono o sognano di finire in un mio libro, non l’ ho ancora capito in realtà 😛

O: Talvolta con diffidenza, quasi stessi là ad aspettare di diventare personaggi dei miei libri; spesso con curiosità, ho molti critici e ammiratori in famiglia.

Se potessi parlare con voi stessi del passato, quanto indietro andreste e cosa vi direste?

A: Tornerei ai miei 15 anni e gli direi che le ragazze non mordono…

O: Che i chili di troppo non coprono ciò che è essenziale e che comunque resta visibile solo al cuore ( e qua sto citando Il piccolo principe, ma lo sento molto mio).

– Spesso nella scrittura c’è un’impronta che ci distingue dalla “massa”. Nella vostra quale pensate sia?

A: Prendersi troppo sul serio fa male…

O: Il sarcasmo e l’autoironia.

– Quello che avete scritto fino a oggi, ha un filo conduttore? Cosa accomuna tutte le vostre opere?

A: E’ la nostra prima uscita 😉 richiedetecelo alla seconda…

O: Io ho scritto anche separatamente da Abysso, anche se non so se mai ciò vedrà la luce; ho notato che il filo conduttore tra i miei personaggi è il fatto che non si prendano mai troppo sul serio, anche nei momenti drammatici.

– Dopo aver pubblicato FUORI TEMPO che progetti avete?

A: Abbiamo un’altra idea in cantiere, più tutto quello che faccio quotidianamente. Datemi 36 ore al giorno please!

O: Un milione di progetti, non so quanti ne porterò a termine, ma proverò a fare del mio meglio. Prima cosa: il prossimo romanzo con Abysso, del quale abbiamo già una visione chiara e precisa.

Siete dei lettori? Quali generi prediligete?

A: Thriller, storici, fantasy e romance ed erotici. Why not?

O: Romance, Urban Fantasy, Di costume.

C’è un libro che rileggereste mille volte?

A: Se questo è un uomo di Primo Levi.

O: Novembre di Flaubert.

Vi viene chiesto di incoraggiare un autore a diventare self… cosa gli direste?

A: Desideri scrivere? Fallo!

O: La vita è una sola e un tentativo diventa un mancato rimpianto. Ne vale sempre la pena.

Un argomento spinoso attuale è l’uso di uno pseudonimo per pubblicare un genere diverso. Tu lo faresti?

A: Lo sto proprio facendo 😉

O: Lo sto facendo e lo rifarò.

Avete trovato la leggendaria Lampada Magica. Quali sono i vostri tre desideri?

A: Non soffrire di cervicale nel tempo libero, una casa auto-pulente, che la voglia di scrivere non mi abbandoni mai!

O: Una serenità quasi noiosa, degli imprevisti che interrompano la suddetta noia, l’amore di chi amo.

Che rapporto avete con gli animali?

A: Li adoro, ho una gatta.

O: Li amo.

Adesso parliamo un po’ del vostro libro… 

 

Titolo: Fuori Tempo

Genere: Romance m/m erotico

Pagine: 160

Formato: Ebook

Dove lo si può acquistare (links): https://www.amazon.it/dp/B01NALL69R/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1482851730&sr=8-1&keywords=fuori+tempo

Diteci in non più di dieci righe di cosa parla. 

Parla di due ragazzi provenienti da due realtà diverse, quasi opposte. Cos viene da una metropoli in cui sopravvive chi corre, C. vive in un ranch fattoria dove il tempo sembra essere scandito da un lavoro molto lento. I due ragazzi si incontreranno per un caso fortuito, complice Ramona, la folle migliore amica di Cos che avrà la sua parte ben definita nel romanzo. L’incontro tra i due uomini sarà brusco, poi passionale, poi…beh non possiamo certo svelarvi tutto, no?

Com’è nata l’idea che ha dato vita a Fuori Tempo? Non c’è stata una vera idea, c’è stato un incontro tra due personaggi che ognuno di noi ha descritto. Insieme abbiamo deciso di farli incontrare e da lì è nata una idea legata a una relazione legata al tempo.

Com’è nato il titolo? Una sera al telefono. Anche in quel caso, io ho detto la prima parola, Abysso ha finito per me.

Perché la gente dovrebbe leggere il vostro libro e, come pensate che questa storia possa cambiare il mondo e le persone? Dovrebbero leggerlo perché sono certa di avere dato del mio meglio insieme ad Abysso, non è una storia che possa cambiare il mondo, ma sono fiera di dire che per le persone potrebbe essere una finestra su un mondo letterario che ancora oggi non ha il suo giusto spazio.

È il vostro libro di esordio o avete già pubblicato qualcos’altro? Libro di esordio per entrambi.

Perché proprio il genere m/m ed erotico? Romance perché l’amore muove il mondo, m/m perché due uomini si prestavano meglio all’evoluzione della storia, erotico perché amo il sesso e non me ne vergognerò mai.

Il personaggio principale di FUORI TEMPO è? È un essere umano o una creatura fantastica? Descrivetecelo con 3 aggettivi. 

O: Il personaggio principale di cui vi parlo io è Cos, un uomo di 26 anni. Caparbio, snob, umano.

Durante la trama di consuetudine che il protagonista evolva. Se lo fa, in che modo avviene?

O: Cos scopre quel ritmo che non si era mai concesso, un tempo per ascoltare il suo silenzio interiore, sempre interrotto dal suo correre in giro per lavoro.

Vive una storia d’amore?

O: Assolutamente sì

Se una mattina lui/lei si svegliasse del sesso opposto quale sarebbe la prima cosa che farebbe?

A: Se C. fosse una donna prenderebbe una chitarra e diventerebbe una cantante country.

O: Andrebbe a fare shopping sfrenato

Se si svegliasse animale (o se è un animale se si svegliasse uomo) cosa sarebbe e come reagirebbe?

A: Sarebbe un bue che scapperebbe dal recinto modello scheggia impazzita…

O: Sarebbe un gatto persiano e sarebbe felice di avere una scusa per trattare tutti con un po’ di altezzosità.

Quale sarebbe la prima cosa che vi direbbe se vi incontraste faccia a faccia?

A: Stai fermo, che ti scatto una foto.

O: Se sapevi già di dovermi incontrare, Perché non sei pettinata?

Perché avete scelto di ambientare la vostra storia proprio in Francia?

A: Amo la mia Francia.

O: Tra Parigi e Tolosa, i miei due posti preferiti nel periodo in cui abbiamo scritto.

Secondo voi, parlando di libri fantasy, quando incide la creazione di un mondo nuovo in una storia?

A: Incide per il 90% mi devi fare sognare mentre leggo, mi devi trasportare nel tuo mondo.

O: Moltissimo, non so se ne sarò mai capace, ma ammiro infinitamente chi è in grado di farlo.

Oltre a scrivere vi siete cimentati nella promozione da soli? Avete fatto il book trailer, delle immagini con degli estratti, delle card o un blog tour?

A: Noi ci stiamo promuovendo da soli, essendo entrambi social manager, ma Odissea fa le card più belle delle mie *sgrunt*!

O: Io ho fatto le card, Abysso si dedica ai social. Io scelgo gli estratti, Abysso incita i blogger.

Se ti venisse offerto un servizio di promozione del tuo libro, cosa vorresti che fosse?

A: Un blog tour, li amo e poi mi piacerebbe presentare il nostro romanzo in una libreria, col profuma della carta che ci circonda.

O: Conosco poco il mondo della promozione, non voglio sbilanciarmi e fare gaffes.

– Oltre alla vostra parte scrittrice c’è un’altra forma d’arte che vi ispira? Suonate, dipingete…?

A: Canto.

O: Canto e vivo di musica e libri.

– Avete un blog? Se sì vi va di dirci dove e di cosa tratta?

A: No.

O: No, mai avuto.

– Siete rilettori di bozze/editor/revisori?

A: Editor  and revisore, yes.

O: Traduttore, editor e revisore.

Quanto vi siete fatti aiutare da chi vi circondava per vedere realizzato FUORI TEMPO?

A: Mi piace il gioco di squadra 😉

O: Moltissimo, chiedo aiuto a chiunque, perché da soli non si può mai vincere.

E-book o Cartaceo?

A: Entrambi!

O: Sono bi-librosa.

Su cosa siete soliti scrivere?

A: Qualunque pezzo di carta mi capiti a tiro se l’ispirazione mi travolge.

O: Carta, purtroppo aggiungerei, visto che così scrivo due volte.

– Avete qualche rito particolare che fate prima di iniziare a scrivere, ad esempio ascoltate della musica?

A: Vado a correre.

O: Esattamente, musica a tutto volume e cammino avanti e indietro.

Come è nata la cover?

A: Da un lavoro disumano di ricerca e unione di idee. Tra birra e patatine;)

O: Da un lavoro disumano di ricerca e unione di idee.

Vi va di regalarci qualche notizia sulla vostra prossima pubblicazione?

A: Chiedi a Odissea…

O: Genere moooooooolto diverso.

– Condividete con noi una frase, che convinca anche il lettore più reticente ad acquistare il vostro libro….

“Ho sempre pensato fosse una cosa da stupidi e da strani, fissare una persona mentre dorme non dovrebbe trasmettere nulla se non noia, eppure mi beo della sua espressione, così serena ma mai del tutto rilassata, lo noto dalle labbra strette in una linea e gli occhi un po’ strizzati nonostante il sonno profondo.

Qualcosa si muove fuori dalla tenda, chissà cosa penseranno vedendomi uscire. Insomma una cosa è che lo abbiano immaginato, ma vedermi fare l’uscita trionfale? Non è nel mio stile ma cosa tra ciò che ho fatto finora qui lo è?

Faccio per alzarmi e involontariamente tocco C che apre gli occhi lentamente.

«Avevi detto che saresti rimasto.» La sua voce impastata dal sonno rivela che in fondo anche lui è solo un ragazzo come me, come tanti altri.

«Sono rimasto, ma sono tutti svegli e non credo sia il caso ci vedano uscire insieme».

«Ti vergogni?».

Aggrotta le sopracciglia e io mi sporgo per baciarlo leggermente.

«No. Pensavo non ti andasse che sapessero».

«Lo sanno già, non mi importa».”

ANCHE PER QUESTA VOLTA L’INTERVISTA E’ FINITA. RINGRAZIO MOLTO ABYSSO E ODISSEA PER AVERCI CONCESSO IL LORO PREZIOSO TEMPO.

A VOI, LETTORI DI SKYE, RICORDO CHE LE INTERVISTE E OGNI RUBRICA DEL SITO Eì A VOSTRA DISPOSIZIONE, BASTA UN MESSAGGIO QUI O SULLA PAGINA FB.

AL PROSSIMO VENERDI’!

 

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015