Crea sito

Intervista #37 – Lucia Tommasi

Benvenuti e BENTORNATI visitatori de “L’isola di Skye” nella rubrica del VENERDI. #VenerdìIntervista.

Oggi sono davvero contentissima di ospitare una nuova amica e il bollente e romantico romance. Pronte/i a conoscere la splendida

LUCIA TOMMASI

Ciao Lucia, benvenuta sull’Isola di Skye. Grazie per averci dato l’occasione di conoscerti e porgerti qualche domanda. Iniziamo dalle domande di rito…

 

– Chi sei? Mi chiamo Lucia Tommasi, ho ventiquattro anni e vengo da un piccolo paesino della Sicilia.

– Quando te lo si chiede tu dai una risposta standard. Se dovessi osare, che cosa risponderesti a noi? Direi che sono una ragazza con una doppia personalità 😉 In senso buono, forse. Passo dall’essere la brava ragazza acqua e sapone, timida e dolce alla donna trasgressiva senza paure. Quello succede quando scrivo però, perché entro nel mio mondo.

– La tua paura più grande in questo momento qual è? Bè, dipende di cosa parliamo. Se parliamo di libri, la paura costante che ho è che possa non piacere.

– Descrivi te stesso attraverso:

un colore: Non saprei, dipende dal mio umore, al momento è rosso <3

un profumo: Profumo direi di biscotti

un fiore: Forse una margherita, di quelle che con il sole si apre e senza sole si chiude in se stessa.

un animale: A volte iena 😀 a volte panda.

un luogo: Rio, Brasile.

un libro: Il ragazzo che entro dalla finestra e si infilò nel mio letto.

una canzone: J-AX & Fedez – Assenzio ft. Stash, Levante, al momento.

– Ti è mai capitato di attraversare un periodo in cui ti sentivi smarrita? Come hai fatto a superarlo? Molte volte, essendo che ho un carattere fragile mi capita spesso. Il più brutto è stato due anni fa per colpa di persone che credevo amici.

– La tua vita reale, il tuo lavoro, i tuoi passatemi e la tua famiglia come influiscono sulla tua scrittura? Non influiscono molto, a parte che ( e questo non l’ho detto quasi a nessuno) in ogni libro metto sempre qualcosa che mi è successa realmente. Mi piace mettere qualcosa di mio.

– Chi ti sta intorno conosce questo tuo lato? Come si approcciano con la te scrittrice? Tutti quelli che conosco, a parte mia sorella, l’hanno saputo solo due anni fa, quando ho preso coraggio è ho pubblicato il mio primo libro in self.

– Se potessi parlare con la te stessa del passato, quanto indietro andresti e cosa le diresti? Dipende di cosa parliamo, andrei indietro a quando ero più piccola e direi a me stessa di dire alle persone ti voglio bene, perché non lo faccio mai per imbarazzo.

– Spesso nella scrittura c’è un’impronta che ci distingue dalla “massa”. Nella tua quale pensi sia?  Non saprei, quello devono essere gli altri a dirlo, io penso parlando per me, la mia pazzia nel torturare i miei personaggi.

– Quello che hai scritto fino a oggi, ha un filo conduttore? Cosa accomuna tutte le tue opere? L’amore che ho per la scrittura, ogni libro cerco di migliorarmi il più possibile.

– Dopo aver pubblicato “Noi”, che progetti hai? Scrivere un altro libro!

– Sei una lettrice? Quali generi prediligi? Si, mi piace l’erotico, il dark visto che è il mio genere, il new adult, rosa e anche un po’ di fantasy.

– C’è un libro che rileggeresti mille volte? Credo, Il ragazzo che entro dalla finestra e si infilò nel mio letto, amo quel romanzo.

– Ti viene chiesto di incoraggiare un autore a diventare self… cosa gli diresti? Gli direi che forse c’è più soddisfazione ad emergere da sola.

– Un argomento spinoso attuale è l’uso di uno pseudonimo per pubblicare un genere diverso. Tu lo faresti? No! Non mi sono mai vergognata di quello che scrivo. In ogni cosa preferisco metterci la faccia.

– Hai trovato la leggendaria Lampada Magica. Quali sono i tuoi tre desideri? Diventare una scrittrice affermata, avere un bambino e il terzo lo conservo, non si sa mai.

– Che rapporto hai con gli animali? Li adoro! Io vivo in una piccola villa in campagna, quindi ho due gatti, due cani grandi fuori. Un chiwawa e cinque pesci nell’acquario 😀 uno zoo!

Adesso parliamo un po’ del tuo libro…

Titolo: Noi – Come tutto ha inizio #1 Alfieri Series

Genere: Dark romance

Pagine: 170 credo.

Formato:Digitale, ma presto sarà anche in versione cartaceo.

Dove lo si può acquistare (links): https://www.amazon.it/dp/B01MYQAQ5K/ref=zg_bs_1338388031_9?_encoding=UTF8&psc=1&refRID=VAA8MDJ4DWWF62KED6FE

– Dicci in non più di dieci righe di cosa parla.

E’ la storia di Serena che si sta per sposare con Andrea, un ragazzo affettuoso e attaccato ai valori. E di Michele, il fratello ribelle, donnaiolo e stronzo di Andrea che non crede nell’amore ma si ricrederà quando conoscerà Serena. Per lei proverà qualcosa di nuovo, i due buttano all’aria tutto e iniziano una storia clandestina. Lei rimarrà incinta, Andrea scoprirà il tradimento, Michele la tradirà e le mentirà perché è un bugiardo. Alla fine Serena e Michele vanno a vivere insieme, ma Serena non sa che Michele le nasconde un segreto impossibile da digerire.

– Com’è nata l’idea che ha dato vita a NOI? All’inizio volevo raccontare una storia vera, visto che Michele è un personaggio reale. Ma poi mi sono lasciata trasportare dal mio lato psicopatico e ho messo su una storia di criminalità.

– Com’è nato il titolo? Sotto la doccia, ma anche mentre sto per addormentarmi. Penso al romanzo e boom! Titolo! Sono strana, lo so!

– Perché la gente dovrebbe leggere il tuo libro e, come pensi che questa storia possa cambiare il mondo e le persone? Allora, penso che potrebbe cambiare il modo di pensare. In questa storia, (adesso spoilero quindi attenzione) C’è Michele che è un criminale, gli piacciono i soldi facili, le belle donne e la bella vita. Serena cerca in tutti i modi di fargli cambiare idea e io spero di essere riuscita in questa serie a far capire che la criminalità non porta a niente, solo a brutte cose. Michele nel corso della sua vita si renderà conto che è stato più dentro che fuori a godersi i suoi figli e sua moglie, quindi si pentirà di questa scelta. In fine spero che la gente acquisti almeno il primo, e se le piacerà potrà continuare a leggere la serie, altrimenti niente.

– È il tuo libro di esordio o hai già pubblicato qualcos’altro? No, non è il primo, anche se questo in realtà è il primo che ho scritto, adesso l’ho ri-editato e cambiato totalmente, a parte la storia. Il libro però che mi ha fatto scalare la classifica di Amazon è “Per ogni tuo respiro” #1 e #2 Breath Series.

– Perché proprio questo genere? Sinceramente non saprei, prima ho iniziato a scrivere rosa, poi essendo psicopatica ho torturato i miei romanzi facendolo diventare dark ed è rimasto il mio genere per chi mi conosce.

– Il personaggio principale di NOI è ? È un essere umano o una creatura fantastica? Descrivicelo con 3 aggettivi. Il personaggio principale è Michele è umano, ed è uno stronzo, maschilista ma molto focoso.

– Vive una storia d’amore? Si, e la vive in un modo molto intenso.

– Se una mattina lui/lei si svegliasse del sesso opposto quale sarebbe la prima cosa che farebbe? Michele una donna?! Non saprei, forse andrebbe a battere in strada.

– Se si svegliasse animale (o se è un animale se si svegliasse uomo) cosa sarebbe e come reagirebbe? Credo che Michele in alcune vicende sia veramente un animale per come reagisce, visto che uccide persone. Comunque credo sarebbe un leone.

– Quale sarebbe la prima cosa che ti direbbe se vi incontraste faccia a faccia? Ti odio! Mi hai rovinato la vita! Ma mi hai fatto pure divertire parecchio!

– Perché hai scelto di ambientare la tua storia proprio a Verona? Ho scelto Verona perché è la città dell’amore di Giulietta e Romeo. La loro storia era impossibile, proprio come quella di Serena e Michele.

– Secondo te, parlando di libri fantasy, quando incide la creazione di un mondo nuovo in una storia? Non saprei, non sono molto esperta di fantasy e poi dipende dal lettore che ama leggere proprio quel genere.

– Oltre a scrivere, ti sei cimentata nella promozione da sola? Hai fatto il book trailer, delle immagini con degli estratti, delle card o un blog tour? Si, proprio in questi giorni sto impazzendo per promuovere. Mi faccio tutto io, dalla copertina al Book trailer, tutto!

– Se ti venisse offerto un servizio di promozione del tuo libro, cosa vorresti che fosse? Se apparirebbe in tv credo che non sopravvivrei.

– Oltre alla te scrittrice c’è un’altra forma d’arte che ti ispira? Suoni, dipingi…? No! Amo solo la scrittura.

– Hai un blog? Se sì ti va di dirci dove e di cosa tratta? No! Non ho un blog.

– Sei una rilettrice di bozze/editor/revisore? Magari!

– Quanto ti sei fatta aiutare da chi ti circondava per vedere realizzato NOI? Non tanto, mi faccio tutto da sola.

– E-book o Cartaceo? Credo cartaceo, il profumo dei libri è unico.

– Su cosa sei solita scrivere? Storie d’amore.

– Come è nata la cover? Mi sono ispirata alla storia.

– Ti va di regalarci qualche notizia sulla tua prossima pubblicazione? Certo, la serie Alfieri è avviata. Il primo è giù uscito il 23 Novembre, il secondo spero a dicembre o gennaio.

– Condividi con noi una frase, che convinca anche il lettore più reticente ad acquistare il tuo libro….

Non è bello ciò che bello ma è bello ciò che piace! Al momento non mi viene in mente altro.

VUOI PARTECIPARE ANCHE TU AL VENERDIINTERVISTA? SCRIVIMI E IL PROSSIMO VENERDI SARA’ IL TUO TURNO!

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015