Crea sito

Intervista #26 – Sam Severide

13082552_271312056539662_4217017404548982004_n

Benvenuti e BENTORNATI visitatori de “L’isola di Skye” nella rubrica del VENERDI. #venerdìintervista.

Oggi conosciamo e parliamo con un ospite speciale, che ci intratterrà con le nostre solite e divertenti domande e qualche notizia sul suo romanzo estivo.

Ciao Sam, benvenut* sull’Isola di Skye. Grazie per averci dato l’occasione di conoscerti e porgerti qualche domanda. Iniziamo dalle domande di rito…

Chi sei?  Io sono Sam 🙂

Quando te lo si chiede tu dai una risposta standard. Se dovessi osare, che cosa risponderesti a noi? Il mio nome è Severide. Sam Severide. 🙂

La tua paura più grande in questo momento qual è? Smettere di essere Sam Severide.

Descrivi te stess* attraverso:

un colore: rosso

un profumo: Chanel n.5

un fiore: orchidea

un animale: falco

un luogo: tra Londra e Parigi

un libro: I miserabili

una canzone: The Phantom of the Opera

Ti è mai capitato di attraversare un periodo in cui ti sentivi smarrit*? Come hai fatto a superarlo? No, perché non esistevo prima di adesso. [e da qui si capisce una cosa, Sam è un bambino piccolo ;)]

La tua vita reale, il tuo lavoro, i tuoi passatemi e la tua famiglia come influiscono sulla tua scrittura? Bisognerebbe chiederlo alla persona che mi ha creato… Comunque hanno influito soprattutto sull’ultimo libro che ho pubblicato.

Chi ti sta intorno conosce questo tuo lato? Come si approcciano con la te scribacchin*? Nessuno conosce questo mio lato, almeno per ora.

Se potessi parlare con il/la te stess* del passato, quanto indietro andresti e cosa /glile diresti? Non molto, non esistevo in passato. Sono solo un povero pseudonimo.

Spesso nella scrittura c’è un’impronta che ci distingue dalla “massa”. Nella tua quale pensi sia? Non saprei… dovrebbero dirlo gli altri se mi distinguo dalla massa.

Quello che hai scritto fino a oggi, ha un filo conduttore? Cosa accomuna tutte le tue opere? Sì, sono storie che si concatenano, hanno una relazione tra loro e i personaggi spesso ritornano anche se le storie sono autonome

Dopo aver pubblicato Un estate per due, che progetti hai? Dopo “Estate per Due” cambierò genere, la prossima storia sarà un thriller.

Sei un/una lettore/lettrice? Quali generi prediligi? Thriller, urban fantasy, mistery, distopico

C’è un libro che rileggeresti mille volte? Rileggo spesso parti di libri che ho amato

Ti viene chiesto di incoraggiare un autore a diventare self… cosa gli diresti? Di provare, è una buona alternativa all’editoria tradizionale

Un argomento spinoso attuale è l’uso di uno pseudonimo per pubblicare un genere diverso. Tu lo faresti? Io non lo farei. Lo sono 😉

Hai trovato la leggendaria Lampada Magica. Quali sono i tuoi tre desideri? Potere – Potere – Potere 😀

– Che rapporto hai con gli animali? Ci convivo pacificamente

Adesso parliamo un po’ del tuo libro…

Titolo: “Estate per Due”

Genere: Romance (musicale forse)

Pagine: 203

Formato: ebook

Dove lo si può acquistare (links): https://www.amazon.it/Estate-Due-Sam-Severide-ebook/dp/B01K5PU6MQ/ref=pd_rhf_dp_p_img_7?ie=UTF8&psc=1&refRID=7VG0V54YCDAY7FMWN8KZ

Dicci in non più di dieci righe di cosa parla.

Vi do la trama J Owen Sutton è un uomo alla deriva. La donna che ha amato fin dall’adolescenza ha sposato suo fratello Oliver, che Owen ha sempre considerato un modello irraggiungibile nel lavoro e nella vita privata. Owen ha quindi lasciato la carriera di attore di musical per dedicarsi prima alla regia e infine alla scenografia teatrale, senza comunque trovare soddisfazione e riconoscimenti professionali.  Elaine Hegel ha una storia di abbandoni alle spalle, familiari e sentimentali. L’essere stata oggetto di scherni e derisioni durante il liceo l’ha resa arida, cinica. Per uno scherzo del destino nel corso degli anni ha continuato a imbattersi in uomini simili a Josh, il ragazzo che l’aveva umiliata e ferita.  Elaine, grazie all’intervento di alcuni amici, viene a conoscenza di un’offerta di lavoro come scenografa per una compagnia teatrale a Londra. L’incontro con Owen è più uno scontro, a causa della scarsa considerazione professionale e umana che hanno l’uno per l’altra. Solo quando vengono costretti a collaborare, per mettere in scena una nuova versione del musical Les Misérables a Parigi, iniziano a conoscersi e a stimarsi. La loro collaborazione si trasforma gradualmente in un sentimento più profondo che entrambi riconoscono, temono e inevitabilmente fuggono fino a negarlo.

Com’è nata l’idea che ha dato vita a Un’estate per due?  È l’ultima storia della serie.

Com’è nato il titolo? Per associazione con le altre della serie, il “Per Due” c’è in tutte

Perché la gente dovrebbe leggere il tuo libro e, come pensi che questa storia possa cambiare il mondo e le persone? Solo per passare qualche ora, non credo proprio che possa cambiare il mondo.

È il tuo libro di esordio o hai già pubblicato qualcos’altro? Gli altri sono quelli della serie: “Natale per Due” – “Capodanno per Due” – “San Valentino per Due”

Perché proprio il genere romance? È stato casuale, ma non intendo trattenermi a lungo.

Il personaggio principale di Un’estate per due è ? È un essere umano o una creatura fantastica? Descrivicelo con 3 aggettivi. Owen… fin troppo umano: testardo, orgoglioso… insofferente

Durante la trama di consuetudine che il protagonista evolva. Se lo fa, in che modo avviene? Si rende conto di cosa vuole davvero e cerca di ottenerlo

Vive una storia d’amore? Sì [è un romance che domanda scema che faccio!]

Se una mattina lui/lei si svegliasse del sesso opposto quale sarebbe la prima cosa che farebbe? Non credo lo accetterebbe

Se lui/lei si svegliasse animale (o se è un animale se si svegliasse uomo) cosa sarebbe e come reagirebbe? Una pantera probabilmente

Quale sarebbe la prima cosa che ti direbbe se vi incontraste faccia a faccia? Non è un tipo molto loquace

Perché hai scelto di ambientare la tua storia proprio in quei luoghi? Londra – Parigi – Ginevra… ci ho vissuto per anni.

Secondo te, parlando di libri fantasy, quando incide la creazione di un mondo nuovo in una storia? Molto suppongo, mondo nuovo, nuove regole

Oltre a scrivere, ti sei cimentata nella promozione da sol*? Hai fatto il book trailer, delle immagini con degli estratti, delle card o un blog tour? Non ho fatto molto. Solo qualche immagine con estratti

– Se ti venisse offerto un servizio di promozione del tuo libro, cosa vorresti che fosse? Non ne ho idea, ma valuto proposte

Oltre al/alla te scrittrice/scrittore c’è un’altra forma d’arte che ti ispira? Suoni, dipingi…? Canto a volte.

Hai un blog? Se sì ti va di dirci dove e di cosa tratta? No, non ho un blog. Solo una pagina facebook

– Sei una rilettrice/recensore di bozze/editor/revisore? No. Solo per me stesso

Quanto ti sei fatt* aiutare da chi ti circondava per vedere realizzato il tuo romanzo? Non mi sono fatto aiutare, solo per le cover recentemente

E-book o Cartaceo? Entrambi

Su cosa sei solit* scrivere? Computer ultimamente

Hai qualche rito particolare che fai prima di iniziare a scrivere, ad esempio ascolti della musica? Dipende, qualche volta. Soprattutto per entrare nella storia perché tratta di musical che comunque conosco quasi a memoria.

Come è nata la cover? Appena l’ho vista mi sono reso conto che era quella giusta.

Ti va di regalarci qualche notizia sulla tua prossima pubblicazione? Riguarderà un personaggio già apparso come secondario in un mio libro precedente. Avvierà una serie tutta sua.

Condividi con noi una frase, che convinca anche il lettore più reticente ad acquistare il tuo libro….

“L’amore ci ha travolti al di là di ogni aspettativa, di ogni dubbio. L’amore non conosce rancore, rimorsi, incertezze, paure. Ama incoscientemente, follemente, irrazionalmente al di là di qualsiasi ragione.”

 

Anche per questa nuova intervista è tutto, ma voi lettori potete rivolgere domande a SAM se volete! RINGRAZIAMO tantissimo la nostra nuova amica per questa favolosa intervista e  per averci concesso il suo tempo.

Vi consigliamo vivamente di cercare il suo romanzo!

Vuoi partecipare anche tu al #venerdìintervista? Contattami mandandomi un messaggio privato, con una mail a martina_federica@hotmial.it (specifica nell’oggetto chi sei e cosa vuoi) o in un commento. Il MERCOLEDI metterò l’anteprima del TUO romanzo e il VENERDI l’intervista.

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015