Crea sito

Intervista #15 – Patty&Silvana

#VenerdìIntervista #Intervista #Venerdì #LeggiamoItaliano #SkyeConsiglia

Bentornati amici e amiche al venerdì in cui sfidiamo voi autori a mettervi in gioco con le nostre domande. Questa volta abbiamo chiesto a un duo si autrici self di parlarci di loro e del loro nuovo romanzo. 😉 Pronti?

PATTY&SILVANA

Ciao ragazze, benvenute sull’isola di Skye. Grazie per averci dato l’occasione di conoscervi e porgervi qualche domanda. Iniziamo…

Chi siete? Semplicemente Patty & Silvana, due scrittrici esordienti che ci mettono tanto amore nella loro attività e nei loro romanzi.

Quando ve lo si chiede voi date una risposta standard. Se dovreste osare, che cosa rispondereste a noi? Usiamo sempre i nostri nomi reali per firmare i nostri lavori, di cui siamo molto orgogliose.

La vostra paura più grande in questo momento qual è? La cattiveria gratuita delle persone, sopratutto sui social.

Descrivete voi stesse attraverso:

un colore: Patty: rosa / Silvana: rosso

un profumo: Patty: violetta / Silvana: un profumo delicato

un fiore: Patty: rosa / Silvana: girasole

un animale: Patty: cane / Silvana: delfino

un luogo: Patty: Los Angeles, quartiere di Venice Beach / Silvana: la Sicilia

un libro: Patty: “Il Signore degli Anelli” di J.R.R.Tolkien / Silvana:“Robin Hood” di A.Dumas

una canzone: Patty: “Coma white” di Manson / Silvana: la sigla della telenovela Cherry Season

Vi è mai capitato di attraversare un periodo in cui vi sentivate smarrite? Come avete fatto a superarlo? Entrambe ci siamo sempre tirate su per andare avanti. Siamo due ragazze molto caparbie e combattive.

La vostra vita reale, il vostro lavoro, i vostri passatempi e le vostre famiglie come influiscono sulla vostra scrittura? Per tutte e due è sempre difficile trovare dei momenti di pace in cui poterci dedicare alle nostre opere.

Chi vi sta intorno conosce questo vostro lato? Come si approcciano con voi scrittrici? No, siamo cresciute in famiglie che purtroppo non condividono questa nostra passione.

Se potessi parlare con la te stessa del passato, quanto indietro andresti e cosa le diresti? Patty: di scegliere un’altra facoltà universitaria. Silvana: non lo so.

Spesso nella scrittura c’è un’impronta che ci distingue dalla “massa”. Nella vostra quale pensate sia? I personaggi, sempre con caratteristiche e storie “sopra le righe” e le trame dei nostri romanzi.

Quello che avete scritto fino a oggi, ha un filo conduttore? Cosa accomuna tutte le vostre opere? No. Solo il nostro romanzo d’esordio “L’altra metà del cuore” possiede diversi spin-off, tra cui uno natalizio ed un altro in arrivo tra poco.

Dopo aver pubblicato “L’altra metà del cuore” che progetti avete? Continueremo a scrivere romanzi, magari dedicandoci anche al genere fantasy.

Siete delle lettrici? Quali generi prediligete? Patty: dark fantasy, MM / Silvana: romanzi rosa.

C’è un libro che rileggereste mille volte? No.

Vi viene chiesto di incoraggiare un autore a diventare self… cosa gli diresti? E’ meglio pubblicare da soli le proprie opere, per godere del percorso arduo che le porta ad essere pubblicate con più controllo e soddisfazione. E’ dura ma ha i suoi vantaggi.

Un argomento spinoso attuale è l’uso di uno pseudonimo per pubblicare un genere diverso. Voi lo fareste? No.

Avete trovato la leggendaria Lampada Magica. Quali sono i vostri tre desideri? Patty: arrivare ad essere valorizzate adeguatamente da un editore, anche importante, un lavoro e uno stato di salute migliore. Silvana: trovare l’amore, non vedere più gente che soffre e più amore verso tutti.

Che rapporto avete con gli animali? Li amiamo molto.

Adesso parliamo un po’ del vostro libro…

Titolo: “L’altra metà del cuore”

Genere: rosa MM

Pagine: 227 pagine l’e-book, 326 pagine il cartaceo.

Formato: e-book Kindle e cartaceo.

Dove lo si può acquistare (links): https://www.amazon.it/dp/B01MXK04FW e-book e http://www.youcanprint.it/fiction/fiction-generale/laltra-met-del-cuore-9788892646407.html per cartaceo

Diteci in non più di dieci righe di cosa parla.

Dietrich Hoffmann e Aiden Simoni. Dietrich è uno studente dell’Accademia delle Belle Arti, raffinato, perfetto, androgino e dal passato triste. Ha 25 anni e proviene da una famiglia benestante della Germania, addirittura ha il titolo nobiliare di Principe, di cui va fiero e che rappresenta qualcosa di anacronistico, così come i suoi modi eleganti e le camicie di seta nera che adora tanto indossare. Aiden, invece, è un giovane Commissario, della Polizia di Roma, città dove si svolge la vicenda. Bello, forte, dalla pelle olivastra e dai magnetici occhi verdi. È cresciuto per strada, un vero e proprio spirito ribelle che ha già pagato le sue colpe prima di redimersi, diventando un uomo di legge. Un sentimento raccontato dal suo timido nascere, fino ai giorni in cui diventa passione e rispetto, lealtà e desiderio di costruire una vita insieme.

Com’è nata l’idea che ha dato vita a “L’altra metà del cuore”? Dai film polizieschi di Tomas Milian, per creare il personaggio di Aiden, molto “spontaneo” e particolare. Poi gli abbiamo messo a fianco Dietrich…

Com’è nato il titolo? Dal fatto che i personaggi del romanzo sono l’uno, la parte complementare del cuore dell’altro.

Perché la gente dovrebbe leggere il vostro libro e, come pensate che questa storia possa cambiare il mondo e le persone? Perché tratta, con leggerezza e rispetto, temi attuali e che fanno riflettere i lettori.

È il vostro libro di esordio o avete già pubblicato qualcos’altro? E’ il nostro romanzo d’esordio.

Perché proprio il genere MM? Per la sua peculiarità e perché è un genere che giusto in questi anni sta prendendo piede anche in Italia.

Il personaggio principale di “L’altra metà del cuore” è ? È un essere umano o una creatura fantastica? Descrivicelo con 3 aggettivi. Sono due, Aiden e Dietrich, detto Secco. Sono esseri umani molto speciali. Aiden: caparbio, rozzo e affascinante. Dietrich: arrogante, antipatico, triste.

Durante la trama è di consuetudine che il protagonista evolva. Se lo fa, in che modo avviene? Entrambi i protagonisti si evolvono attraverso la loro travagliata storia d’amore.

Vivono una storia d’amore? Certo! Anche molto intensa.

Se una mattina lui/lei si svegliasse del sesso opposto quale sarebbe la prima cosa che farebbe? Dietrich sarebbe felice e soddisfatto, Aiden un po’ meno!

Se si svegliasse animale (o se è un animale se si svegliasse uomo) cosa sarebbe e come reagirebbe? Dietrich potrebbe essere un cane di razza, un bel levriero afgano. Aiden una tigre. Non abbiamo mai pensato ad una simile evenienza, quindi non sapremmo che reazione avrebbero.

Quale sarebbe la prima cosa che ti direbbe se vi incontraste faccia a faccia? Dietrich ci abbraccerebbe, visto e considerato tutto l’amore che ci abbiamo impiegato per creare un personaggio particolare come lui. Aiden, forse, sarebbe un po’ sospettoso e diffidente.

Perché avete scelto di ambientare la tua storia proprio a Roma? Per la ricchezza dialettale del posto e perché è una città che amiamo molto, per la sua storia.

Secondo voi, parlando di libri fantasy, quando incide la creazione di un mondo nuovo in una storia? Moltissimo.

Oltre a scrivere, vi siete cimentate nella promozione da sola? Avete fatto il book trailer, delle immagini con degli estratti, delle card o un blog tour? Stiamo cercando di promuoverci il più possibile attraverso il nostro sito web e la nostra pagina facebook. Abbiamo realizzato delle immagini con estratti.

Se vi venisse offerto un servizio di promozione del tuo libro, cosa vorreste che fosse? Un’adeguata promozione sui principali social.

Oltre alla vostra parte scrittrice c’è un’altra forma d’arte che vi ispira? Suonate, dipingete…? Entrambe siamo pittrici professioniste ed io (Patty) anche una grafica digitale.

Avete un blog? Se sì vi va di dirci dove e di cosa tratta? No, non possediamo un blog. Ma un sito web molto curato ed accattivante. http://laltrametadelcuore.wixsite.com/ilromanzo

Siete rilettrici di bozze/editor/revisore? Solo per le nostre opere.

Quanto vi siete fatte aiutare da chi vi circondava per vedere realizzato “L’altra metà del cuore”? Abbiamo contato solo sulle nostre idee e sulle nostre forze.

E-book o Cartaceo? Entrambi.

Su cosa siete solite scrivere? Patty: pc portatile Silvana: quadernone.

Avete qualche rito particolare che fate prima di iniziare a scrivere, ad esempio ascoltate della musica? No, ma io in particolare (Patty) adoro scrivere seduta da sola al bar della mia libreria preferita, qui in città.

Come è nata la cover? Dalla nostra fantasia e dalla mia passione per la grafica digitale (Patty).

Vi va di regalarci qualche notizia sulla tua prossima pubblicazione? In arrivo un racconto MM particolare, in cui facciamo incontrare i personaggi di alcune delle nostre opere.

Condividete con noi una frase, che convinca anche il lettore più reticente ad acquistare il vostro libro “L’altra metà del cuore”.

Dietrich Hoffmann e Aiden Simoni. Due mondi distanti e due ragazzi totalmente differenti fra di loro che si incontrano per caso e scoprono che entrambi sono l’uno la parte complementare e mancante dell’altro. Dietrich è uno studente dell’Accademia delle Belle Arti, raffinato, perfetto, androgino e dal passato triste. Ha 25 anni e proviene da una famiglia benestante della Germania, addirittura ha il titolo nobiliare di Principe, di cui va fiero e che rappresenta qualcosa di anacronistico, così come i suoi modi eleganti e le camicie di seta nera che adora tanto indossare. Aiden, invece, è un giovane Commissario, della Polizia di Roma, città dove si svolge la vicenda. Bello, forte, dalla pelle olivastra e dai magnetici occhi verdi. È cresciuto per strada, un vero e proprio spirito ribelle che ha già pagato le sue colpe prima di redimersi, diventando un uomo di legge. I suoi modi di fare sono rudi, atipici e non indossa mai la divisa ma i superiori rispettano il suo ruolo e sopportano anche le sue intemperanze per via del coraggio e dello sprezzo del pericolo che mostra durante le missioni che gli vengono affidate. Il passato di Dietrich, tormentato e sempre sull’orlo di un baratro, in tutti i sensi, colpisce molto Aiden. I due giovani, si frequentano giorno dopo giorno, dapprima come amici e Dietrich riscopre la gioia di vivere, uscendo con Aiden per le vie della sua borgata, divertendosi come un ragazzo qualsiasi, giungendo anche a dimenticare, tante volte che lui è un ricco aristocratico. Un sentimento raccontato dal suo timido nascere, fino ai giorni in cui diventa passione e rispetto, lealtà e desiderio di costruire una vita insieme.

Per finire le nostre amiche vi invitano a cercarle in uno dei vostri social preferito:

Twitter:@AdrianEHiram
Facebook:https://www.facebook.com/LAltraMetaDelCuoreIlRomanzo
Sito web: http://laltrametadelcuore.wixsite.com/ilromanzo
E-mail:laltrametadelcuore@hotmail.com
Instagram:@laltrametadelcuore

 

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015