Crea sito

Il Fiordaliso

IL FIORDALISO

Desclamer: Tutti i contenuti di queste schede sono notizie prese dal web e raccolta da me. Nulla di quello che è contenuto è di mia proprietà.

Fiordaliso2Il Fiordaliso, il cui nome scientifico è Cyanus segetum è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Asteraceae. Il nome del genere Cyanos deriva dal termine greco ”kyanos” o ”κύανο” che significa sostanza di colore blu scuro simile ai lapislazzuli: riferendosi al colore prevalente dei fiori di questo genere. Il nome specifico segentum deriva, invece, dalla parola latina ”ségetis” che equivale a “dei campi di grano” probabilmente riferendosi al suo habitat preferito. Infatti, il Fiordaliso cresce prevalentemente nei campi di cereali, ma lo si può trovare anche nei prati, nei terreni incolti e ai bordi delle strade.

CENNI STORICI: Il Fiordaliso è un fiore di origini antichissime: si presume, infatti, che risalga addirittura all’età neolitica. Un’antica leggenda narra che la dea Flora trovò il suo amato Cyanus morto in un campo di fiori blu e per quel motivo li chiamò col nome del suo amor perduto.

CARATTERISTICHE: Il Fiordaliso è una pianta annuale (raramente biennale) che può avere un’altezza di 20–90 cm. La forma biologica è terofita scaposa, ossia sono piante che essendo annuali superano la stagione avversa sotto forma di seme. Sono munite di asse fiorale eretto e spesso privo di foglie. Tutta la pianta è ricoperta da una tomentosità molle e biancastra. Le radici sono secondarie da fittone.  La parte aerea del fusto è lunga e ampiamente ramificata (di tipo piramidale); la consistenza è flaccida; la superficie presenta una pelosità ragnatelosa. Sono presenti delle foglie radicali picciolate disposte a rosetta basale; la lamina è intera o pennatifida con segmenti lineari (da 1 a 3 per lato). La parte abassiale delle foglie ha una superficie bianco grigiastra e scarsamente tomentosa; quella adassiale è da verde a grigio-verde e scarsamente aracnoide. Le foglie cauline più ridotte, di forma da lineare- lanceolata a lineare acuta, sono disposte ad alternanza lungo il fusto e sono sessili; la lamina è per lo più intera e trinervia. I fiori sono tutti del tipo tubuloso, sono ermafroditi, tetra-ciclici (sono presenti 4 verticilli: calice – corolla – androceo – gineceo) e pentameri (ogni verticillo ha 5 elementi). I frutti sono degli acheni con pappo.

SIMBOLISMO: Il Fiordaliso, proprio in virtù delle sue caratteristiche, simboleggia il primo amore.
NEL RESTO DEL MONDO: In oriente si usa regalare il Fiordaliso alla persona amata nella speranza di un legame; è il simbolo della felicità e della leggerezza.

RIPRODUZIONE E HABITAT: Per la riproduzione : l’impollinazione avviene tramite insetti (impollinazione entomogama). La fecondazione avviene fondamentalmente tramite l’impollinazione dei fiori e i semi cadendo a terra (dopo essere stati trasportati per alcuni metri dal vento per merito del pappo, sono successivamente dispersi soprattutto da insetti tipo formiche.

Il suo habitat tipico sono i campi di cereali; cresce inoltre in luoghi come prati, terreni incolti e ai bordi delle strade. Fa parte delle specie cosiddette “messicole”. Il substrato preferito è calcareo ma anche siliceo con pH neutro, bassi valori nutrizionali del terreno che deve essere secco. In Italia è comune ed è presente su tutto il territorio. Sui vari rilievi europei è presente, oltre che nelle Alpi, anche nei Vosgi, Massiccio del Giura, Massiccio Centrale, Pirenei, Monti Balcani e Carpazi. Nel suo areale originario (l’Europa) questa specie è in declino, a causa dei diserbanti usati in agricoltura. Comunque, grazie al suo utilizzo come pianta ornamentale, è stata introdotta in molte altre aree del mondo, come il Nord America e parti dell’Australia.

CURIOSITA’:

Il Fiordaliso in altre lingue è chiamato nei seguenti modi: (DE) Kornblume, (FR) Bleuet, (EN) Cornflower.

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015

6 Risposte a “Il Fiordaliso”

I commenti sono chiusi.