Crea sito

BLOG TOUR – LA NOTTE DEL KAIJU

#SpecialeAnteprima #LeggiamoItaliano #NuovaUscita #SkyeConsiglia #SosteniamoINostriAutori #BlogBooktour #2020 #Marzo #L’IsolaDiSkye #ItalianDoItBetter #Tappa #CoverReavealed #Tour #Book #Blog

“L’isola di Skye” non sparisce e sempre qui per VOI e per i nostri autori che sono sempre di più e sempre più bravi e capaci e naturalmente noi di Skye non diciamo mai no alle iniziative artistiche dei nostri amici…e quale modo migliore se non un bel BLOGTOUR?! Ebbene questa volta ospitiamo un nuovo romance e il suo giretto dei blog per l’uscita, con la tappa le curiosità!

LA NOTTE DI KAIJU

di

CRISTOPHER SABIR

ACQUISTATELO QUI

TITOLO: La Notte del Kaiju

AUTORE: Cristopher Sabir

GENERE: Horror/Sci-fi/Drammatico

EDITORE: Indipendent publishing

PAGINE: 102 pagine

FORMATI: ebook e cartaceo

PREZZO INDICATIVO: 2,99 € ebook/ 7.99 € cartaceo

TRAMA:

Ci è piombata addosso improvvisa, violenta.

Non eravamo pronti…

La catastrofe ci ha spazzati via.

Sono passati anni da quella notte in cui tutto è iniziato e il mondo non è più come lo conoscevamo. Non sappiamo come, non sappiamo nemmeno perché, ma abbiamo perso il posto che detenevamo in cima alla catena alimentare. Viviamo rintanati sotto terra come insetti o vagabondiamo tra le città in rovina come lupi rognosi, pronti a tutto pur di sopravvivere su quella che è diventata la loro Terra. Ho visto con i miei occhi di cosa sono capaci, quanta distruzione e morte portino ovunque vadano, ma io sono ancora qui e ho intenzione di non cedere. E molti altri come me.

Questa è la storia di come sono sopravvissuto all’inferno. Che nel momento più buio per noi, possa alimentare la speranza. L’umanità può ancora alzare la testa, non tutto è perduto. Il nostro destino è appeso a un filo sottilissimo, ma faremo di tutto, farò di tutto, per trasformare quel filo in una corda solida e resistente.

I tempi sono maturi.

La Notte del Kaiju tramonterà e una nuova Alba dell’Uomo sorgerà, questo io vi prometto.

**********

CURIOSITÀ SUL ROMANZO

ABOUT THE STORY

Non tutti sanno che questo romanzo è nato un po’ per caso. All’inizio era previsto si limitasse a un racconto di un singolo capitolo, nato nell’estate del 2018 in un momento di forte crisi creativa. Si deve la sua evoluzione in qualcosa di più articolato, in primis, alla mia incapacità di sintetizzare, ma anche al turbine di idee che mi ha travolto durante la stesura. Ne vedrete delle belle, davvero!

L’inizio del romanzo è stato riscritto e rivisto, in quanto la voce narrante risultava troppo impersonale. La si sarebbe potuta definire una terza persona adattata, incapace di trasmettere al lettore la giusta empatia e coinvolgimento.

Aver reso il protagonista del tutto privo di caratterizzazione fisica non è stata una decisione premedi-tata: la motivazione principale per cui ciò è accaduto è stata la mia incapacità di trovare un momento adatto per presentarlo come si dovrebbe. In mezzo al disastro in cui l’ho cacciato, ogni momento mi sembrava fuori luogo per una descrizione di questo tipo, poi ho pensato che renderlo anonimo avrebbe incrementato l’immedesimazione del lettore, come se fosse egli stesso a vivere la storia.

Sempre riguardo al narratore, gira voce che qualcuno l’abbia soprannominato Giacomo Leopardi, il perché lo scoprirete tra le pagine!

Naomi ha cambiato nome nel corso della stesura. All’inizio, quando non avevo ancora scelto l’am-bientazione definitiva, doveva chiamarsi Naoko.

Peter O’Toole, in tutto il romanzo, non verrà mai chiamato per nome. Lo avevo concepito come una mera comparsa e avevo anche già deciso come farlo fuori nella stessa scena in cui appariva, ma per esigenze di trama ho dovuto rivederne il ruolo. Devo dire che ciò che ne è uscito mi ha lasciato molto soddisfatto.

EASTER EGGS

All’interno de ”La Notte del Kaiju” sono presenti alcune citazioni; molte di queste saranno riconosci-bili soprattutto ai frequentatori della community italiana di Wattpad, piattaforma di scrittura creativa dove mi sono fatto le ossa.

Eccone alcune:

– Nelle fasi avanzate del romanzo comincerà a essere menzionata una fantomatica Fondazione Dream Club, che via via acquisterà maggiore importanza nella trama. È il più grande conglomerato di aziende degli Stati Uniti, riunito all’interno di un territorio grande svariati chilometri ai confini con il Messico, chiamato Dream Land. Il consorzio è all’avanguardia nel campo della scienza, della tecnologia e dei trasporti, ma in futuro vanterà successi anche nella sperimentazione di attrezzatura militare a scopo bellico. Ebbene Dream Club è la trasposizione fittizia di quello che in realtà è un gruppo, nato due anni fa su Facebook, che ospita una community di scrittori talentuosi, cresciuti anch’essi come autori pubblicando su Wattpad e scambiandosi opinioni. Ho l’onore di essere tra i fondatori del gruppo e amministrarlo è una delle cose a cui tengo di più, che mi rendono orgoglioso.

– Tra i veicoli di ultima generazione prodotti da Dream Club ci sono il velivolo ultraleggero Blush-wing, il fuoristrada Lyhook e il motoscafo Seacorni. Se avete letto su Wattpad ”Energia rossa” di

Valentina Pangallo, mia carissima amica e grande mente che ha creato il gruppo Facebook, questi nomi non vi saranno nuovi…

– La prossima è una chicca più alla portata di tutti: in una breve scena del romanzo comparirà un soldato di etnia afroamericana, descritto come calvo, dal volto barbuto, e con una particolare vena ironica. Si tratta di una citazione a Samuel L. Jackson, attore noto ai più per il ruolo di Nick Fury nella serie cinematografica ”Avengers”. Si tratta di un omaggio che ho voluto fare all’attore, comparso anche in ”Kong – Skull Island”, sempre nel ruolo di soldato.

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015