Crea sito

ANTEPRIMA SPECIALE – JESSICA MACCARIO

#SpecialeAnteprima #LeggiamoItaliano #SkyeConsiglia #NuovaUscita #SosteniamoINostriAutori #CoverReaveled #2020 #Novembre #LIsolaDiSkye #ItalianDoItBetter #IoLeggoItaliano

L’Isola di Skye ritorna a farvi conoscere nuovi autori di talento. Scrittrici e scrittori MADE IN ITALY autopubblicati o di piccole Case editrici con cui siamo felici di collaborare. Tutto e sempre solo per voi lettori amanti della buona lettura di qualsiasi genere. Segui il Blog su FB e IG per tenerti sempre informato sulle ultime uscite e scopri con noi la tua prossima lettura.

JESSICA MACCARIO

in

Autore: Jessica Maccario

Titolo: “Un folletto come amico”

Genere: libro per bambini/ragazzini

Uscita: 12 dicembre

Prezzo: 10 euro

Sconto e spedizione gratuita in occasione della “Fiera virtuale della poesia e dei libri per ragazzi” del Collettivo Scrittori Uniti. L’evento si svolgerà qui: https://www.facebook.com/events/2685622275025286

SINOSSI:

Un folletto che parla in rima, una compagna di classe molto sensibile e un cd pieno di giochi divertenti.

Questi gli aiutanti di Giorgio, un ragazzino che deve imparare ad affrontare i suoi problemi e farsi accettare dagli altri. Ce la farà?

L’autrice dice di questo libro:

“Ho scritto questo racconto qualche anno fa, nel periodo in cui stavo frequentando il corso per prendere l’attestato di Assistente all’infanzia. Il protagonista è Giorgio, un bambino di undici anni che viene preso in giro dai compagni perché è basso e ha difficoltà a leggere. Il dottor Franco ha spiegato ai suoi genitori cos’è la dislessia, ma i suoi metodi per aiutarlo ad affrontare il problema non sono adatti e la mamma continua a darsi colpe. L’ispirazione per il racconto mi è venuta quando ho scoperto alcuni giochi che si potevano fare su internet ideati da una maestra e le ho chiesto il permesso di citarli. Visto che i sistemi operativi cambiano nel tempo e non tutti si possono ancora provare, ho deciso d’inserire delle immagini all’interno del libro con alcuni esempi di questi esercizi, che nel libro gli vengono dati da uno psicologo.

Ho inserito poi l’elemento fantastico del folletto che accompagna Giorgio e, con delle simpatiche frasi a rima, gli dà dei consigli per cercare di aprirsi con i compagni.”

Estratto:

Le maestre della scuola elementare erano state comprensive, ma alla scuola media pretendevano molto di più da lui: anche se era riuscito a migliorare nell’ortografia, aveva ancora molti problemi quando si trattava di leggere ad alta voce un brano e, purtroppo, accadeva molto spesso.

Quello era uno di quei momenti. L’insegnante di italiano aveva appena fatto il suo nome, quando un gruppetto cominciò a sghignazzare nella sua direzione.

«Dai Giorgio leggi e, mi raccomando, leggi bene!», sussurrò Michele fingendosi preoccupato. In realtà, rise sottovoce per tutto il tempo e questo lo fece innervosire ancora di più: pieno di vergogna, impiegò dieci minuti per leggere sei righe.

Sentiva che un forte imbarazzo gli aveva dipinto le guance di rosso, ma non voleva deludere le aspettative dell’insegnante e continuò ancora la lettura. Balbettò le parole con un groppo in gola, senza dare un senso a ciò che stava leggendo, anche se quel tema l’aveva scritto lui appena una settimana prima.

Quando finalmente giunse alla fine, si sentì stremato, come se avesse usato le sue ultime forze per compiere quell’impresa.

Pubblicato da lisoladiskyeblog

Blog Letterario che promuove e pubblicizza autori italiani di ogni genere nato nel 2015